Reggina: il DS Taibi sul futuro di Menez, il rinnovo di Bianchi ed il pensiero sullo sfortunato Edera

Il dirigente della Reggina parla anche dei tifosi amaranto e li ringrazia

Un lungo intervento quello del Ds Taibi a "Passione Amaranto", trasmissione in onda sui canali ufficiali dl club. Si è parlato del campionato appena concluso, degli scenari futuri quindi calciomercato ed obiettivi, ma anche del calciatore che ha fatto maggiormente discutere e che avrebbe dovuto fare la differenza, Jeremy Menez:

La posizione di Menez, il rinnovo di Bianchi

"Menez è un giocatore di indiscutibili qualità e fisicamente ancora integro. Inutile nascondere che da lui in questa stagione ci aspettavamo di più, per una serie di motivi compresi i diversi infortuni. Aveva iniziato bene, poi non è più riuscito ad esprimersi al meglio. E' un giocatore che ha ancora mercato, ma allo stesso tempo si ritiene possa essere ancora utile anche alla Reggina, ricordando che ha un contratto fino al 2023. E' un discorso che si affronterà insieme all'allenatore e lo stesso giocatore fra qualche giorno, quello che mi dispiace è che ritengo possa dare ancora moltissimo, ma non è riuscito a farlo, capita questo nel mondo del calcio, può succedere. Spero anche per il sottoscritto possa essere una estate meno intensa delle altre. Fare rivoluzioni significa rischiare di commettere più errori e poi abbiamo uno zoccolo duro di una certa importanza. Oltre quelli che già sapete stiamo trattando il rinnovo con Bianchi".

L'infortunio di Edera, il ringraziamento ai tifosi

"L'infortunio di Edera è una delle note negative di questa stagione. Simone è un calciatore di grandi qualità che ho voluto in maniera convinta portare alla Reggina. L'ho sentito oggi, è un ragazzo forte e lo devi essere in questi momenti, appena ne avrò la possibilità andrò a trovarlo di persona. L'infortunio è serio, incredibile farsi male da solo, scherzi del destino. I tifosi della Reggina non posso che ringraziarli per essermi stati vicini anche nei momenti di maggiore difficoltà. C'è un affetto reciproco e ripeto ancora un volta che per questa società e questa città Massimo Taibi darà sempre il 100%, cercando di sbagliare il meno possibile, ma ricordando che chi opera sbaglia, anche se i risultati degli ultimi tre anni mi pare siano buoni".