Taibi: 'Situazione Menéz? Chiariamo. E sull'obiettivo Serie A: siamo ambiziosi'

Importanti dichiarazioni sul recupero di Rivas e Charpentier

Il Direttore sportivo della Reggina, Massimo Taibi, è intervenuto ai microfoni di Reggina TV nel corso di Momenti Amaranto, condotto da Michele Favano e Giorgia Rieto. Di seguito alcune delle sue dichiarazioni.

"La cosa importante è che la squadra, nel campionato di Serie B, stia reggendo bene l'urto. Il Pordenone ci ha messo in difficoltà nel secondo tempo, ma la reazione finale è stata straordinaria. Dopo la gara contro l'Entella, tutti erano rammaricati perchè la squadra non era stata cinica, a me invece ha amareggiato il gol subito. Avevamo subito poco o nulla. Il Pordenone era più attrezzato della Virtus Entella."

Obiettivo Serie A?

"Credo che noi dobbiamo essere ambiziosi. Questo aiuta a superare i limiti ed andare oltre l'ostacolo. Sin dal primo giorno ho affermato che abbiamo formato una buona rosa, ma qualcuno ci da al 15mo posto. Ci sono squadre molto più attrezzate, sulla carta e non solo. Ricordo però che anche lo scorso anno ci davano sesti e sappiamo com'è finita. Abbiamo un grande allenatore, una grande società e una grande piazza alle spalle. Uniti, possiamo scalare delle posizioni."

Punti persi per strada

"Contro Cosenza ed Entella avremmo meritato la vittoria, dove abbiamo sofferto pochissimo. La squadra è viva, sta facendo bene. Tutto si compenserà. Vasic non si è ancora visto, ma è stato fondamentale anche nello scarico per Folorunsho. Aspettiamo Charpentier che si riprenda."

Su Daniele Liotti

"Liotti è un calciatore che si sta esprimendo molto bene quest'anno. La scorsa stagione è arrivato a gennaio e poi c'è stato lo stop. Ci vuole tempo per assimilare i discorsi del Mister. Diamo tempo anche ai nuovi di entrare nell'ottica giusta."

Recupero infortunati

"Charpentier lo vedremo dopo la sosta, manca la condizione a seguito dell'infortunio. Il Covid l'ha rallentato. Rivas ha avuto un infortunio muscolare con una leggera ricaduta, adesso ha recuperato. Domenica dovrebbe essere dei nostri. Menéz ha sentito un problema al quadricipite, nella rifinitura ha sentito fastidio, e abbiamo deciso di lasciarlo a riposo. Sono uscite strane voci, ma ci tengo a chiarire tutte le cose. Nessun calciatore si è mai tirato da parte per capricci da quando sono io a Reggio."