Reggina, Taibi: 'Se molliamo un attimo diventiamo una squadretta'

"Ci metto io la faccia, la squadra l'ha costruita il sottoscritto. Adesso muti e pedalare"

Brutto secondo tempo della Reggina ad Empoli, a fine gara l'unico a parlare il Ds Taibi:

Taibi ci mette la faccia

"Ho detto io alla squadra di non parlare, in questo momento ci metto la faccia, la squadra l'ho costruita io. Non siamo quelli di oggi, mi dispiace per tutti, li vedo lavorare con grande impegno, ma abbiamo meritato di perdere.

Il secondo tempo abbiamo mollato e la Reggina non se lo può permettere, mi dispiace per i tifosi per il nostro presidente. Il morale dopo due sconfitte non è al massimo, per fortuna c'è la sosta. Adesso tappiamoci le orecchie, lavoriamo, lavoriamo ed usciamo da questo momento".

Se molliamo diventiamo una squadretta

"Dopo un buon primo tempo, nella seconda parte siamo stati molli ed era successo qualche altra volta, non possiamo permettercelo. Si prendono troppi gol evitabili, siamo tutti amareggiati, anzi incazzati. In settimana avevo percepito qualcosa che non mi piaceva ed avevo parlato con la squadra, purtroppo si è verificato. Se molliamo un attimo diventiamo una squadretta, soprattutto in un campionato come quello di serie B. Oggi sono molto deluso.

A me non piace dire che ci mancavano dei giocatori, l'organico è ampio e di qualità. Questa è una partita che ci lascia molto da pensare. Il mister ed i giocatori devono pensare al perchè di questa prestazione".