Reggina, Toscano: 'Catanzaro forte. I fattori esterni non ci interessano'

"Fondamentale avere la fiducia della società. Gara fondamentale per lo strappo in campionato"

Dopo la vittoria contro la Paganese, gli amaranto si preparano al tanto atteso derby con il Catanzaro. La presentazione del match affidata come ogni gara al tecnico Mimmo Toscano: "Il dato dei quindici calciatori andati a rete è significativo. Vogliamo altri gol dai centrocampisti e dagli esterni. Rubin lo ha fatto, ci è andato vicino De Rose, per come sviluppiamo la manovra ed il nostro gioco.

Per un allenatore sentire costantemente la fiducia del presidente, del DS e della società tutta è importantissimo. Sono veramente contento di tutto questo, c'è una stima reciproca, tutti verso tutti. Tutti elementi che ti spingono a fare sempre meglio, anche se il cammino è ancora molto lungo.

A noi i fattori esterni ci devono interessare poco. Indubbiamente è una partita importante, si sono potenziati nell'ultimo mercato, dobbiamo essere bravi noi ad interpretare la gara. Sappiamo cosa è il Catanzaro, forse non sarà la stessa partita dell'andata ma hanno qualità e non bisogna farli giocare. Tutte le partite possono essere decisive per lo strappo al campionato, questa è una di quelle. E' vero queste gare si preparano da sole, ma con la massima attenzione.

La Reggina contro la Paganese è stata molto simile a quella del girone di andata e di conseguenza anche i singoli hanno migliorato le loro prestazioni. L'assenza di Bianchi? Organico ampio e nessun problema. Fuori come sempre Bresciani e Corazza.

Favoriti da alcune decisioni? Non mi sembra proprio, basta guardare quello che è successo nelle ultime due partite.

Catanzaro-Reggina è la partita che va giocata con il pubblico, uno spettacolo del quale ognuno dovrà godere, poi chiaramente la salute è una priorità e siamo pronti ad attenerci a qualsiasi decisione.

Il Coronavirus è un qualcosa che guardiamo con la giusta preoccupazione. Spero presto vengano trovate soluzioni perchè si sta vivendo in maniera surreale.