Reggio - Riparte il bike sharing con novità per famiglie e studenti

L'assessore Cama: 'Promuoviamo mobilità agile e sostenibile'. E il Ministero dell'Ambiente promuove il Comune.

«È in via di definizione l’iter d’affidamento del servizio “Bike sharing” del Comune di Reggio Calabria».

E’ quanto afferma, in una nota stampa, l’assessore alla Mobilità e Trasporti, Mariangela Cama. A breve, quindi, i cittadini «potranno tornare ad usufruire di nuove biciclette a pedalata assistita e muscolari, ferme ai box dopo il primo step sperimentale e per il perfezionamento delle procedure di rilancio di una delle attività più apprezzate dai reggini».

NOVITA' DEL BIKE SHARING A REGGIO CALABRIA

Numerose le novità, a partire dalla manutenzione che «sarà totalmente affidata al gestore attraverso un piano specifico incentrato sulla cura dell’intero parco biciclette e delle singole stazioni con test di tutte le colonnine.

«Ovviamente – ha specificato – sarà rafforzato il controllo delle aree di parcheggio già dotate di appositi sistemi di videocontrollo».
Un occhio di riguardo, in questa nuova fase, è stato riservato alle famiglie. «Alcune biciclette – ha spiegato l’assessore Cama – monteranno seggiolini per bambini così da consentire, a genitori e figli, di poter trascorrere qualche ora insieme per godere dei benefici dello stare all’area aperta potendo pedalare in piena ed assoluta sicurezza».

Ma le buone notizie non finiscono qui:

«Saranno applicate nuove tariffe per incrementare ulteriormente il bacino di utenza e verranno previste giornate di promozione periodiche».

Sarà attivo anche il servizio “Chiama bici”, ovvero «la possibilità di prenotare il mezzo a due ruote anche a distanza».

BIKE SHARING A REGIO, COINVOLTE LE ATTIVITA' COMMERCIALI

«Il programma – ha continuato la delegata della giunta Falcomatà – prevede il coinvolgimento di attività commerciali, alberghi e B&B che, aderendo all'iniziativa o promuovendo ciclotour fra i beni turistici e culturali della città, potranno contare su speciali convenzioni e divenire punto di rivendita per gli abbonamenti. Fondamentale, anche in questa circostanza, è stata la collaborazione con gli assessori alle Attività produttive ed al Turismo, Irene Calabrò e Rosanna Scopelliti».

È previsto, ancora, l’utilizzo di “promocode” per occasioni e condizioni particolari come, ad esempio, per gli abbonati Atam che riceveranno sconti del 50% da, giugno a ottobre, su ogni tipo di abbonamento. Lo stesso varrà per gli studenti universitari che, grazie al codice promozionale, pagheranno la metà del servizio per il periodo di aprile-luglio».

«In occasione della riapertura del servizio di Bike sharing – ha aggiunto l’assessore Cama - nel primo weekend (purché non indicati quale “zona rossa” per le misure di contrasto al Covid) l’abbonamento “OneDayMobile” (formula giornaliero) costerà un solo euro. Verrà, poi, attivata la promozione “Trenitalia-Reggio in Bici”, inserita all’interno dell’accordo commerciale in essere tra “Bicincittà Italia” e Trenitalia, che prevede lo sconto del 20% per gli abbonati regionali della società di gestione del trasporto ferroviario passeggeri».

A rafforzare l’incentivazione di una mobilità più sostenibile, si aggiunge il progetto del Comune, appena approvato dal ministero dell’Ambiente, che assegna quasi 400 mila proprio per lo sviluppo della Sharing Mobility (Primus) in ambito urbano: «Si tratta – ha concluso l’assessore Mariangela Cama – di una conferma alla bontà del percorso intrapreso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Falcomatà.

Siamo convinti, infatti, che si debbano costruire e realizzare percorsi e politiche di mobilità morbida, agile e sostenibile, considerando, in questo caso specifico, l’utilità del muoversi in bicicletta, soprattutto in termini di riduzione dell’inquinamento atmosferico e di decongestionamento del traffico automobilistico».