Reggio, Co.Danza.Re realizza il suo sogno. Attinà e Campanella: 'Adesso ripartiamo...' - FOTO

E' stata inaugurata nel pomeriggio di ieri la nuova sede di Via Melacrino. Un nuovo spazio dedicato a tutti i giovani reggini: speciali e diversamente speciali

"Grazie, Co.Danza.Re sei anche tu".

L'associazione reggina che opera nel sociale da oltre 10 anni ringrazia Reggio e festeggia insieme alle tante famiglie protagoniste del progetto, l'inaugurazione dei nuovi locali, nel giorno della sua rinascita.

Un sabato di festa che segna l'avvio di una nuova sfida per tutto lo staff di 'Studio Arte'.

Parola chiave, 'inclusione'.

E' questo l'obiettivo di Vincenzo Campanella e Francesca Attinà, rispettivamente direttore e presidente dell'associazione 'Studio Arte' che, nel pomeriggio di ieri, hanno inaugurato la nuova sede di Via Melacrino. Accanto ai due giovani reggini c'era la 'Reggio che non si vede', insieme a tante figure istituzionali e tanti ragazzi che in questi anni sono stati al fianco della lodevole ed esemplare realtà.

Il progetto 'Co.Danza.Re', inizialmente nato come percorso sperimentale, si rivela oggi il più bel viaggio fatto a Reggio Calabria per i tanti ragazzi disabili e non solo che ogni giorno frequentano l'associazione reggina con laboratori, attività e ovviamente tanta 'danza'.

Il progetto diventa dunque oggi 'permanente' e vede protagonisti le persone disabili ed abili in un incontro e condivisione costante di emozioni attraverso il linguaggio comune dell'arte e del movimento in generale.

"Oggi realizziamo un sogno - spiega ai nostri microfoni il primo cittadino Giuseppe Falcomatà - Il merito è senza dubbio dell'associazione reggina e del progetto Co.Danza.Re che si è dimostrato vincente negli anni. Il bando è stato vinto da Studio Arte, magnifica realtà a cui oggi viene assegnata questa bellissima sede. Il progetto presentato è stato ritenuto il migliore tra tutti ed oggi questi spazi vengono restituiti alla città. Il tutto impreziosito anche da una biblioteca annessa con pezzi pregiati e spazi esterni rivolti a tutti".

Lo staff di Studio Arte gestirà per i prossimi anni la struttura, fino a qualche tempo fa abbandonata e in disuso. La sede di Via Melacrino era infatti la 'vecchia' biblioteca 'Zanotti Bianco' ed ha ospitato per un breve periodo gli uffici comunali del settore cultura.

"Ci prendiamo cura delle persone - spiega il direttore Vincenzo Campanella - Il primo strumento è l'empatia. Siamo tutti estremamente soddisfatti per l'assegnazione della sede ed oggi si realizza il nostro sogno".

I tanti ragazzi che partecipano al progetto 'Co.Danza.Re' hanno frequentato finora gli spazi concessi da don Marco Scordo (nominato presidente onorario dell'associazione) nella parrocchia del Crocefisso. Adesso potranno godere di ambienti più comodi, ampi e attrezzati con un grande giardino esterno.

"Questa struttura non ha barriere architettoniche oltre ad avere enormi spazi che ci consentono di svolgere meglio tutte le nostre attività. Abbiamo riscontrato subito la disponibilità dell'amministrazione comunale che si è dimostrata molto sensibile. Ringraziamo il sindaco Falcomatà per aver avviato l'iter che oggi ci porta alla realizzazione di un sogno. Grazie inoltre a tutti gli sponsor che hanno sposato il progetto Co.Danza.Re."