Reggio, via Ciccarello. Peggio di così non può andare - FOTO

Strada ormai fuori legge. Di chi è la 'colpa'?

Totalmente abbandonata.

Degna delle peggiori strade d'Italia, sicuramente tra le più sporche e dalle condizioni disastrose.

L'ormai nota via Ciccarello, balzata alla cronaca nazionale grazie anche alle incursioni del leader della Lega Matteo Salvini e alle proteste plateali del candidato a sindaco Klaus Davi (proprio il 26 agosto si è immerso nei rifiuti della strada del quartiere di Modena) versa in condizioni pietose.

Abbiamo denunciato la situazione, al limite della sopportazione, vissuta da cittadini e residenti attraverso articoli, foto e video.

La discarica che si forma in quel tratto di strada, raccolta più volte dall'AVR e poi da Ecopiana, torna però puntualmente a formarsi nel giro di poche ore. La 'colpa' è anche dei cittadini non i regola e dei tanti residenti che continuano a lasciare materiale di ogni tipo ma la responsabilità è sicuramente politica.

E di fatto ad oggi, a distanza di anni, quella maledetta via non conosce pace.

L'amministrazione comunale ha tentato di risolvere il problema ma di fatto ha chiaramente fallito. Nemmeno il tentativo disperato di chiudere Via Ciccarello è servito.

Le immagini parlano da sé. Quel provvedimento firmato il primo settembre da Falcomatà, per la tutela della salute dei residenti, non è servito a nulla. L’ordinanza, che ha decorrenza fino al 30 settembre, doveva servire per procedere alla bonifica e alla rimozione di tutti i rifiuti presenti.

Peccato però che ad oggi, non si è provveduto né alla bonifica, né alla disinfestazione. E per residenti e cittadini,  oltre al danno, la beffa. Strada sporca, chiusa e al limite della legalità.

Come dimostrano le immagini, il via vai di macchine è incessante e senza alcun controllo. La strada appare tutt'altro che limitata al traffico e ai pedoni.

Peggio di così, dunque non può andare. L'amministrazione e le istituzioni intervengano, al più presto.

Toccato il fondo non si può che risalire.