Circo di Natale a Reggio, scenario indecoroso che offende la città

Il Circo Lidia Togni occuperà l'intera zona del Tempietto fino al 20 gennaio.

Lo abbiamo promosso anche noi di CityNow, ebbene si. E’ un evento in città e come tale lo abbiamo pubblicato per informare i nostri lettori e metterli al corrente che all’interno dell’area Tempietto di Reggio Calabria c’è il Circo di Natale.

Non possiamo però esimerci dal commentare un allestimento che di ‘spettacolare’, almeno a giudicare dall’esterno ha davvero ben poco.

Nell’area già da tempo bistrattata come quella del Tempietto si inserisce una struttura immensa che aggredisce quel che di poco rimane del verde dell’area e affonda ormai definitivamente l’area pedonale (sfidiamo a trovare una sola mattonella sana).

Camion, roulotte, piccoli recinti con ceste di galline sparse qua e là, transenne in metallo e pilastri di varie misure sono l’immagine di un circo che si presenta dall’esterno come uno squallido mega tendone invecchiato ed annerito posizionato in una location altrettanto povera e misera.

D’altronde basta osservare le immagini scattate questa mattina per poter giudicare, il Tempietto appare spoglio, triste e desolante e i cittadini dovranno ancora subire e sopportare lo scenario raccapricciante del Circo di Natale ancora fino al 20 gennaio. Ma ciò che appare ancora più grave, al di là dell’impatto visivo, piuttosto sgradevole, è l’ostruzione ‘senza se e senza ma’ della pista ciclabile.

Il Circo ‘Lidia Togni‘ nega il passaggio con il placet dell’amministrazione comunale. Nessuna pietà per ciclisti, runner e amanti del jogging. Da lì non si passa.

Proporre una valida alternativa alla location attuale era forse la cosa più ovvia da fare. Ma ormai i giochi sono fatti. E’ necessario dunque prestare più attenzione, garantire l’utilizzo degli spazi essenziali e tutelare l’interesse pubblico da quelli che sono gli interessi dei privati che ‘sfruttano’ la nostra città per brevi periodi e che offendono i cittadini.

Seguici su telegramSeguici su telegram