Reggio, emergenza rifiuti. Sbloccati i conferimenti già da stanotte

Riunione accesa ma costruttiva a Catanzaro tra i sindaci e la Regione che si è impegnata, sin da subito, ad aumentare i conferimenti in discarica

Al termine di una lunga ed accesa riunione in quel di Catanzaro al cospetto del governatore Mario Oliverio, i sindaci della Città metropolitana di Reggio Calabria, con in testa Giuseppe Falcomatà, sono riusciti a trovare di concerto con i tecnici della Regione Calabria, le opportune soluzioni per tirare fuori dall’attuale emergenza la provincia di Reggio ormai da giorni sepolta dai rifiuti.

Si è infatti deciso per l’aumento dei conferimenti nelle discariche regionali (Sovreco a Crotone e Cassano) che ricevono i rifiuti degli impianti della provincia di Reggio (Sambatello per il capoluogo, e Siderno e Gioia per i versanti rispettivamente jonico e tirrenico) per recuperare il pregresso e i rifiuti che giacciono ancora per strada. Il tutto nel giro di pochi giorni. La soluzione trovata al tavolo politico istituzionale invocato dai sindaci dell’area metropolitana sarà infatti operativa da subito, e cioè già da stanotte.

Mentre a partire da lunedì si procederà a recuperare il pregresso provando sin da subito a normalizzare il corrente.  Già a partire da martedì sono stati fissati diversi tavoli tecnici che serviranno anche a velocizzare l’iter di completamento della discarica di Melicuccà, che potrebbe – già nel giro di pochi mesi - servire l’intera area della città metropolitana, per puntare all’autosufficienza come auspicato da più parti.

Raggiunto telefonicamente, il sindaco Giuseppe Falcomatà si è detto soddisfatto del risultato raggiunto, al termine di una discussione accesa – con i sindaci, una ventina circa i presenti, a far valere le loro ragioni – ma costruttiva. Il primo cittadino ha sottolineato l’assoluta sintonia con i colleghi al di là dell’appartenenza politica di ognuno, confidando che il problema dei rifiuti sia collocato in cima alle preoccupazioni  della Regione come lo è già per ogni amministratore locale. E d’altra parte, la riprova che gli impegni assunti al tavolo di confronto saranno rispettati, si avrà già a partire da queste ore, quando ripartirà il conferimento dei rifiuti in discarica.

Da parte sua, sembra che il governatore abbia escluso qualsiasi ragione di natura politica o territoriale, alla base del blocco del conferimento che durava ormai da una quindicina di giorni, spiegando che i tecnici regionali non erano stati troppo chiari sulla situazione che si stava venendo a creare nel comprensorio reggino.

In ogni caso il clima, di gelo fino a questa mattina, sembra cambiato. Ora però bisogna passare dalle parole, e dagli impegni assunti, ai fatti. E, lo ripetiamo, già in queste ore dovrebbe smuoversi qualcosa.

Intanto, per domani mattina è stata confermata la conferenza stampa indetta sul tema. Saranno presenti diversi sindaci.

Ma il clima, adesso, sembra essere cambiato. Almeno si spera.

Seguici su telegramSeguici su telegram