Reggio Film Fest al via tra emozioni e premi

Grandi emozioni con la premiazione della madrina del Festival, Anna Galiena, visibilmente commossa

Nello splendido scenario del "Moony" la kermesse è iniziata con il convegno "Cineturismo e valorizzazione dei territori. La bellezza salverà il mondo". Moderato da Giovanna Suriano, con la presenza del sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Carmelo Versace, del Presidente Unindustria Calabria, Giuseppe Citrigno, dal Presidente Museo Liquirizia "G.Amarelli", Pina Mengano Amarelli.

L'Assessore al Turismo, Fausto Orsomarso, la location manager, Elisabetta Tomasso, il Vicepresidente Unindustria Settore Turismo, Giuseppe Febert e il direttore Medusa Distribuzione, Paolo Orlando. In collegamento dall'estero anche il Presidente Fondazione Film Commission Calabria, Anton Giulio Grande.

La XVI edizione del Festival del Cinema ha infatti posto come obiettivo quello di coinvolgere enti ed istituzioni legati sia al mondo del cinema che al territorio cittadino e metropolitano, valorizzandone ogni sfumatura. Un protocollo tra cinema, istituzioni e Confindustria offerto in una kermesse strutturata e organizzata con ambizioni anche nazionali.

La seconda parte ha intrecciato cinema e cultura con "Un libro per il cinema", moderato da Giorgia Rieto con la scrittrice siciliana Ornella Sgroi. Il racconto del libro "E' la metà che fa il totale" ha svelato retroscena del duo comico Ficarra e Picone che la giornalista ha scelto di raccontare attraverso un occhio diverso da quello che il pubblico ha imparato a conoscere nel corso degli anni.

Confronto e dibattito che ha visto protagonisti anche Nika Perrone, Massimo Spano, Gianni Federico e Paolo Orlando con una prospettiva cinematografica osservata sia dal punto di vista del regista che dell'attore e del manager.

Grandi emozioni in serata con la premiazione della madrina del Festival, Anna Galiena, visibilmente commossa ed omaggiata dal direttore generale, Michele Geria. Presente anche l'artista reggino Gigi Miseferi, protagonista in uno dei corti proiettati in sala e magistralmente presentati dai conduttori Marco Senise ed Elena Presti.