Reggio, il DiGiES della Mediterranea si apre al mondo delle ADR

Gli eventi culturali e formativi che alla ripresa del prossimo anno accademico saranno indirizzati all’analisi delle più significative innovazioni

La nuova frontiera delle ADR è rappresentata dal rapporto con i professionisti e le imprese e passa da una riflessione di carattere scientifico ed accademico la cui importanza è stata immediatamente colta dal Prof. Massimiliano Ferrara Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane.

Il DiGiEs della Mediterranea (insignito del titolo di Dipartimento d’Eccellenza) ha avviato una proficua strategia con Ismed Group, Organismo di mediazione e Ente di Formazione guidato dell’imprenditrice Francesca Chirico, per la realizzazione di percorsi di Alta formazione indirizzati ai professionisti, alle imprese ed agli Enti della Pubblica Amministrazione, senza dimenticare gli studenti della Mediterranea.

Per radicare la cultura della mediazione e facilitare la conoscenza delle modalità alternative di risoluzione delle controversie il DiGiEs e Ismed hanno creato una rete di collaborazioni con gli Ordini professionali degli Avvocati e dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Reggio Calabria, con il mondo delle imprese e le associazioni di categoria maggiormente rappresentative. Senza dimenticare l’ambito sportivo per il quale l’intesa è stata raggiunta con il CONI CR Calabria e l’ambito penale che vede un’importante convenzione con l’AIMEPE – Associazione Nazionale Mediatori Penali.

I percorsi formativi si pongono nel solco delle attività già realizzate nel corso dei primi mesi del 2019: fra i tanti e molto partecipati appuntamenti guidati da docenti, professionisti ed esperti del panorama nazionale e internazionale, si annovera “NEGOZIARE IL CONFLITTO: SEMINARI DI ADR” (Mediazione e arbitrato nell’ordinamento sportivo, Negoziazione assistita e mediazione familiare e Mediazione e ADR nell’attività delle imprese); il convegno internazionale il “Diritto e la pace” organizzato con l’Associazione Laboratorio ADR che ha portato a Reggio Calabria per la prima volta il Prof. Jamil Mahuad Witt, Nobel Peace Prize nominee, Docente presso l’Università di Harvard, ed Ex Presidente dell’Ecuador che ha tenuto una lectio
magistralis sui temi del conflict management e la risoluzione dei conflitti, anche legata all’esperienza internazionalmente riconosciuta del Relatore, fautore dei trattati di pace con il Perù nonchè il Corso di Alta formazione gratuito rivolto ad Avvocati, Dottori commercialisti, Amministratori e rappresentanti delle imprese organizzato con lo scopo di promuovere una crescita economica basata sulla ricerca, l’innovazione e l’ottimizzazione delle risorse aziendali.

Presentati gli eventi culturali e formativi che alla ripresa del prossimo anno accademico saranno indirizzati all’analisi delle più significative innovazioni in tema di Mediazione e Arbitrato, Mediation advocacy, Ruoli e funzioni del Curatore fallimentare nel nuovo codice della crisi d’impresa, Contrattualistica e internazionalizzazione, commercio elettronico e social media marketing, accesso ai fondi europei per le PMI e i liberi professionisti. Particolare attenzione sarà riservata alle ADR per la P.A..

Gli studenti della Mediterranea, invece, saranno nuovamente protagonisti della Competizione Italiana della Mediazione in programma nel Febbraio del 2020 presso l’Università Statale di Milano, per tentare di migliorare il già brillante risultato ottenuto nell’edizione 2019 con un prestigioso 6 posto da esordienti ed il primo premio nella categoria “Discorso introduttivo”.

Una finestra che l’Università apre sull’area Metropolitana e che attraverso le attività di ricerca e studio dell’ADRMedLab, istituito da Ismed si tradurrà in progetti di inclusione sociale e percorsi di gestione e superamento del conflitto anche per i minori che vivono situazioni di marginalità.

Seguici su telegramSeguici su telegram