Reggio, inaugurato presso il Planetario Pythagoras innovativo strumento tecnologico

Sarà possibile simulare il cielo fino a 20 mila anni fa, e prevedere quello che da oggi accadrà nei prossimi 20 mila anni - FOTO

Si è tenuta questo pomeriggio l'inaugurazione dell'acquisto del Planetario Digistar di ultima generazione, presso il Planetarium Pythagoras di Reggio Calabria. Questo, sarà uno strumento eccezionale per la didattica e la divulgazione delle discipline scientifiche.

A margine dell'evento, è intervenuto ai microfoni di CityNow Piero Ranfagni, associato INAF in pensione, venuto appositamente nella nostra città direttamente da Firenze, per l'inaugurazione: "Inauguriamo il Planetario Digitale di Reggio Calabria che 'avvicina il cielo', nel senso che aggiunge una serie di possibilità espressive per avvicinare il cielo alle persone. Oltre alla classica geografia astronomica permette di entrare nei fenomeni dell'astrofisica mediante la simulazione e la proiezione in uno schermo semisferico."

"Noi -conclude- con questo strumento, riusciamo a simulare il nostro cielo in un arco di 40 mila anni: i 20 mila precedenti al 2020 e i 20 mila che verranno dopo la giornata di oggi."

Seguici su telegramSeguici su telegram