Regionali, il sostegno di Lucano a De Magistris: 'Sono dalla sua parte'

L'ex sindaco di Riace parla del suo rapporto con Luigi De Magistris e della possibile candidatura alle prossime regionali in Calabria

Un altro appello "dal basso". È così che De Magistris ha definito le numerose voci che lo vorrebbero come prossimo Governatore della Regione Calabria.

Il coro che lo acclama, oggi, nell'estremo sud è composto da sindaci, consiglieri comunali, ma anche semplici cittadini. L'ultimo, in ordine cronologico a sostenere un'ipotesi a candidatura del sindaco di Napoli è Mimmo Lucano.

De Magistris Governatore della Calabria: il monito di Lucano

Balzato agli onori di cronaca per un processo che lo vede imputato, Mimmo Lucano non ha mai smesso di parlare della Calabria. Pur con una predilezione per la sua piccola Riace, l'ex primo cittadino del Paese dell'accoglienza conosciuto tutto il mondo, è tornato a parlare della situazione politica del suo territorio:

"Ero un ragazzino e si parlava di riscatto per la nostra terra, sempre disatteso dalle promesse.

Siamo una zona complessa e credo che la prima cosa debba essere una voce di libertà contro questo potere che stravolge le nostre esistenze. In Calabria si vive questa provvisorietà, bisogna abbandonare l’idea di impotenza di fronte a ciò.

De Magistris può essere una valida occasione, necessario mettere in campo la giustizia sociale per vincere questa battaglia".

"In prima linea contro la criminalità"

Intervenendo ai microfoni di radio Crc, Lucano ha aggiunto:

"Sono legato affettivamente a Luigi de Magistris e sono dalla sua parte. Quando ho vissuto le vicende giudiziarie che mi hanno riguardato Luigi è stata una voce commovente nei miei confronti.

In Calabria è stato sempre in prima linea contro i poteri criminali che spesso sono silenziosi”.