Regionali, Tajani ringrazia Spirlì e benedice Occhiuto: ‘Giovane di grande esperienza, governerà bene’

Il coordinatore unico di Forza Italia esalta l’unità del centrodestra e torna alla carica per il Ponte, ‘infrastruttura indispensabile’

“In questa sala abbiamo festeggiato la vittoria di Jole, del centrodestra che ritornava al governo della Regione Calabria dopo tanti anni di malgoverno della sinistra. Da questa sala vogliamo ripartire con il centrodestra unito, sempre più coeso. SI è scelto con il lavoro di Silvio Berlusconi, Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Lorenzo Cesa in Roberto Occhiuto il candidato a governatore della Regione Calabria. Ma innanzitutto voglio ringraziare l’amico Spirlì, per aver raccolto in queste difficili, lunghe settimane, che ci hanno separato dalla perdita di Jole, il suo testimone e ha ben governato la Regione Calabria. Grazie. Ed è giusto che tu sia al fianco di Roberto per governare nei prossimi 5 anni la vostra terra”.

Così, Antonio Tajani ha aperto la convention del centrodestra per la presentazione ufficiale, in quel di Lamezia, della candidatura di Roberto Occhiuto alla presidenza della Calabria. Per il Vicepresidente e coordinatore unico di Forza Italia, l’onere di parlare per primo e per giunta dopo il minuto di raccoglimento osservato in memoria di Jole Santelli. Nome che ritornerà spesso durante l'intervento, nonostante l’appello di qualche tempo fa delle sorelle a non strumentalizzare il suo nome a fini elettorali.

Un inizio, quello di Tajani, che serve ancor di più a rinsaldare il rapporto idilliaco con la Lega, in chiave partito unico, con i ringraziamenti al presidente facente funzione che, è stato già deciso, sarà il vice di Occhiuto in caso di vittoria del centrodestra.

Occhiuto l’uomo giusto

“Roberto Occhiuto è un uomo di grande esperienza. Giovane, che conosce bene la macchina della Regione per esservi stato per tanti anni, ma che conosce anche cosa significa essere a Roma, cosa significa lavorare per utilizzare al meglio i fondi del Recovery Plan. Noi abbiamo un sogno per far crescere il sud del nostro paese con quei fondi di cui già si sta occupando da capogruppo alla Camera”.

Per Tajani l’Italia ha avuto quei fondi grazie al meridione, che vive ancora momenti di grande difficoltà.

“Roberto Occhiuto saprà ben governare, e Forza Italia farà tutto ciò che è nelle sue possibilità per sostenerlo. Ci batteremo paese per paese contrada per contrada per convincere i calabresi a sostenerlo con la squadra di governo”.

Per Tajani poi, il ritorno alle legalità è un altro punto fermo, ma non servono soltanto le retoriche della sinistra.

“La malavita – ha detto - si sconfigge se ci sono risposte concrete ai cittadini, se si dà lavoro ai calabresi, perché senza lavoro non c’è né dignità né libertà. Noi ce la metteremo tutta per permettere alla Calabria di realizzare il sogno di Jole”.

Centrodestra unito e di governo

Il coordinatore degli azzurri sottolinea anche come il centrodestra sia sempre in grado di fare sintesi e di trovare l’unità:

“Sembrava impossibile, i nostri avversari speravano nelle divisioni del centrodestra, ma la nostra risposta è stata la capacità di essere uniti”.

Anche per questo, per Tajani, il governo del centrodestra deve anche rappresentare una speranza, perché bisogna vincere, ma anche governare bene. E intanto il Centrodestra di governo è stato determinante per il mandato di Draghi.

Il coordinatore unico di Forza Italia, cita poi due capisaldi del programma, ancora in divenire del centrodestra: Infrastrutture digitali, e dar vita finalmente alla realizzazione del Ponte sullo Stretto

“infrastruttura importante non solo per collegare la Sicilia al continente, ma anche per permettere all’alta velocità di attraversare la Calabria e portare un numero crescente di turisti. che serve alla crescita dell’economia di questo territorio”.

“Ecco perché – ha concluso Tajani - serve un centrodestra di governo, che abbia una visione e una strategia. Non è soltanto una somma di voti, ma una visione di governo della Regione, come abbiamo una visione del governo del Paese, e siamo sicuri che nel 2023 vinceremo le elezioni. E la vittoria in Calabria sarà prodromica alla vittoria a livello nazionale”.