Chi è Jole Santelli, governatrice della Regione Calabria

A poco meno di un mese dalle elezioni regionali tracciamo l'identikit dei candidati. Iniziamo con il candidato del centro destra

Alla fine l’ha spuntata lei, la coordinatrice regionale di Forza Italia. Il suo nome, venuto fuori durante una riunione tra i leader della coalizione di centrodestra ad Arcore, è stato confermato nonostante le aspre polemiche che erano seguite all’indiscrezione dei primi di dicembre.

Jole Santelli, nata a Cosenza il 28 dicembre 1968, dove fino al giorno dell’indicazione del suo nome quale candidata alla poltrona di governatore della Calabria, ha ricoperto il ruolo di vicesindaco.

Laureata in giurisprudenza alla “Sapienza” di Roma, esercita la professione di avvocato, ma ha aderito sin dagli albori a Forza Italia, legandosi al partito di Silvio Berlusconi fin dal 1994, mettendosi al servizio dell’ufficio legislativo degli azzurri fino al 1998. Nel 200 ha invece coordinato il dipartimento giustizia di FI.

La sua carriera da deputata inizia nel 2001 quando è stata eletta in Calabria nel collegio di Paola, divenendo membro della Commissione Giustizia. Tra il 2001 e il 2006 – secondo e terzo governo Berlusconi - è stata anche sottosegretario al Ministero della Giustizia. È stata rieletta deputata nel 2006 – nella circoscrizione Emilia Romagna, sotto le insegne di Forza Italia – e nel 2008 – nella circoscrizione Calabria ma nelle liste del Popolo delle Libertà. In quella occasione rivestì anche il ruolo di vice capogruppo di deputati azzurri.

È stata eletta per la quarta volta, sempre in Calabria, da capolista, nel 2013. Un periodo importante per la Santelli che Il 2 maggio 2013 viene nominata Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sotto il Ministro Enrico Giovannini nel Governo Letta, carica che mantiene fino alle dimissioni rassegnate il successivo 6 dicembre, a seguito della sua adesione al nuovo progetto di Forza Italia che si colloca all'opposizione del Governo.

Nel frattempo, a gennaio del 2014, viene nominata coordinatrice regionale di Forza Italia, ruolo che mantiene tuttora.

Nel 2016 intraprende l’avventura amministrativa al Comune di Cosenza dove, come detto, è vicesindaco fino alle recenti dimissioni dello scorso 9 dicembre.

Nel 2018 viene rieletta alla Camera con il proporzionale in Calabria: Nella corrente legislatura ricopre l'incarico di vicepresidente della I Commissione (Affari Costituzionali, della Presidenza del Consiglio e degli Interni) ed è membro di diversi organi parlamentari.

Infine la storia di questi giorni, con l’investitura ufficiale (19 dicembre) quale candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Calabria. Al voto del 26 gennaio 2020 prossimo si presenta supportata da sei liste - Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Udc, Casa delle Libertà, e Santelli presidente – diventando la prima donna Presidente in Calabria.