Rifiuti - Il dramma infinito di Reggio, breve viaggio a Pentimele - FOTO

Abbiamo fatto un giro nella zona nord. Ecco cosa abbiamo trovato lungo la via Vecchia Pentimele. I commercianti: 'Oltre al danno la beffa'

Semplicemente deprimente.

Attraversare la zona nord di Reggio Calabria getta via ogni minima speranza di miglioramento nel dramma rifiuti. Superata la tangenziale che collega il cantiere del 'Waterfront' (che a rilento prende forma), dopo il sottopassaggio percorso da migliaia di reggini, si arriva in via Vecchia Pentimele.

Sulla sinistra, la prima macro discarica in bella vista.

Spazzatura Pentimele 5

"E' lì da quattro mesi - ci assicura il titolare del bar a pochi metri di distanza - Non sopportiamo più questa situazione. Ma che figura ci facciamo? L'intera zona è invasa dai rifiuti. Ci sono diverse attività commerciali che offrono servizi soprattutto ai turisti. Ma che città è questa?"

Poco prima una clinica veterinaria è costretta a operare con un altro bell'ammasso di sacchetti di immondizia proprio di fronte l'ingresso dei locali.

La situazione non migliora pochi metri più avanti. Sempre sulla sinistra altre due discariche nascondono un tratto di strada. Superata l'arteria principale di Pentimele, invasa dai rifiuti 'protetti' dal ponte che sovrasta la via principale, dopo un breve tratto di apparente tranquillità, ecco l'ennesimo cumulo di rifiuti.

E infine, dove meno te l'aspetti, girato lo sguardo verso il mare, la nuova via Ciccarello della zona nord. La stradina che collega via Provinciale Vecchia Archi e via Vecchia Pentimele è occupata quasi integralmente dai rifiuti.

Questa la situazione attuale a Pentimele, quartiere a due passi dal centro città, costretto da mesi ad una quotidianità ai limiti del sopportabile.

Faremo un breve tour anche negli altri quartieri della città per denunciare l'imbarazzante realtà in cui i cittadini sono costretti a vivere.