Rinvio inaugurazione Waterfront, la controreplica di Modafferi a Falcomatà

Non si arresta la polemica tra Ancora Italia e il primo cittadino Giuseppe Falcomatà sul rinvio dell'inaugurazione del Waterfront

Non si fa attendere la risposta di Giuseppe Modafferi di Ancora Italia alle parole di Giuseppe Falcomatà che, durante la diretta di ieri dal Waterfront, ha replicato agli stessi attacchi del movimento reggino, in merito alle motivazioni sul rinvio dell'inaugurazione dell'importante opera sul lungomare Falcomatà.

RINVIO INAUGURAZIONE WATERFRONT, LA REPLICA DI MODAFFERI AL SINDACO

"Leggiamo con stupore la nota di risposta del sindaco sui nostri dubbi riguardo i reali motivi del rinvio inaugurazione waterfront.
La risposta non ha fondamento reale e giuridico. Riguardo le manifestazioni all'aperto sono limitate in egual modo sia per la zona gialla che per quella arancione. Per consegnare l'opera alla città non sono necessarie parate di maoista memoria, la città avrebbe potuto ricevere la sua bella opera senza trionfalismi, evidente le problematiche sono di altro tipo. Tra le righe ha ammesso il mancato pagamento dell'ultima parte dei lavori.
Al suo poetico preambolo sul lancio di pietre del quale non ravvisiamo la relazione con la sua figura proponiamo un detto della nostra cultura popolare: nel lavare la testa all'asino, perdi tempo acqua e sapone".