Ryanair a Reggio Calabria tra ritardi, timori e certezze

La situazione attuale riguardo l'arrivo di Ryanair a Reggio Calabria. Gli ultimi aggiornamenti

Ryanair a Reggio Calabria? Eppur si muove…anche se lentamente. Contrariamente alla velocità degli aerei, l’approdo didella compagnia low-cost in riva allo Stretto procede a passo di lumaca tra ritardi e timori. Il silenzio dei diretti interessati (Sacal e Ryanair) fa il paio con le paure e il pessimismo di chi teme una beffa.

Si sono regolarmente svolti nelle scorse settimane importanti test a Londra. I lavori prevedevano esercitazioni ad un simulatore che rappresentano l’ultimo step prima del definitivo via libera.

I risultati del test, analizzati dagli esperti Ryanair, non hanno permesso di giungere alla tanto attesa fumata bianca. Si continua dunque a lavorare al simulatore, sempre presso la sede di Londra.

1 APRILE NO

Ryanair aveva fissato nell’inizio di aprile la data da cerchiare in rosso sul calendario. Con il passare delle settimane l’attesa trepidante dei reggini è aumentata, di pari passo con lo scetticismo. Sfumata, considerate le ultime difficoltà, la possibilità di veder rispettati i tempi inizialmente previsti: salvo clamorose ‘accelerate’, i voli della compagnia low-cost da e per Reggio Calabria non partiranno ad aprile.

1 GIUGNO…NI

Pronto a scattare il ‘piano B’ di Ryanair riguardo la data di inizio voli da e per lo scalo reggino. L’intenzione della compagnia low-cost, considerato lo slittamento delle date, è quella di partire in tempo per la stagione estiva. A giugno quindi arriverebbe l’ufficializzazione dell’approdo a Reggio Calabria con il dettaglio delle due tratte (una nazionale e una internazionale) invece fissato tra la seconda metà di febbraio e marzo.

NIENTE PAURA

Nelle strade e sui social network serpeggia malumore, se non pessimismo. “Finirà in una bolla di sapone, come già capitato altre volte. Ryanair non arriverà mai a Reggio Calabria“, il tenore dei commenti che si possono leggere su internet, o ascoltare per strada.

Il ritardo rispetto alle previsioni iniziali, abbinato al silenzio totale che ha avvolto nelle ultime settimane Sacal e Ryanair non aiuta di certo a rassicurare i reggini riguardo il prossimo arrivo della compagnia low-cost. Secondo quanto raccolto da CityNow anche nel corso degli ultimi giorni, l’approdo di Ryanair a Reggio Calabria continua a non essere in dubbio, e continua ad essere fissato per il 2019.

PROMESSA MANTENUTA

Se Sacal e Ryanair non hanno ancora mantenuto la promessa riguardo l’annuncio dell’arrivo a Reggio Calabria (ma contano di farlo presto) la Città Metropolitana è passata dalle parole ai fatti. Si chiama ‘Sciàlatela’ l’operazione di marketing territoriale (preannunciata a fine 2018) che lega Reggio Calabria a Sacal, società di gestione di tutti gli scali calabresi.

La cifra di 720 mila euro (20 mila euro al mese per i prossimi 3 anni) è alla base della convenzione sottoscritta dalla Città Metropolitana con Sacal. Saranno apposti, all’interno dell’aeroporto di Lamezia Terme e quello di Reggio Calabria, alcuni pannelli 6×3 con immagini che mostrano le bellezze ed i tesori del territorio reggino.

L’investimento è calibrato in relazione all’aumento dei passeggeri e la produttività dello scalo. Sacal, in sintesi, si impegna ad aumentare l’offerta di voli (e di conseguenza i passeggeri) nel periodo dei 3 anni di convenzione con la Città Metropolitana.

Facile pensare a Ryanair sia in ottica dell’aggiunta di nuovi voli ma in modo ancor più consistente riguardo il flusso di passeggeri da far crescere. Prima però, serve l’ultimo passaggio. Il più atteso, il più importante…

Guarda il video

CityNow incontra De Felice: “Scalo reggino in fortissima ripresa ma lavoriamo da soli. I due voli Ryanair…”

Il presidente di #Sacal (Aeroporto Internazionale di Lamezia Terme) ai microfoni di CityNow spiega la situazione attuale dello scalo reggino tra bilanci, difficoltà, nuova programmazione e voli Ryanair. Qui l'intervista testuale: https://goo.gl/hWCLZG

Gepostet von CityNow am Mittwoch, 14. November 2018
Seguici su telegramSeguici su telegram