Salvini rilancia Berlusconi Presidente della Repubblica: "Centrodestra compatto, da sinistra no a veti"

Il Pd però oppone resistenza: "Ok al dialogo ma no al nome di Berlusconi"

"Centrodestra compatto e convinto nel sostegno a Berlusconi, non si accettano veti ideologici da parte della sinistra. Spero che nessun segretario e nessun partito si sottraggano al confronto ed alla responsabilità". Lo dice il leader della Lega, Matteo Salvini.

Centrodestra unito nel nome di Berlusconi? "Noi siamo assolutamente disponibili a dialogare ma abbiamo già detto che il dialogo deve avvenire su un nome condiviso di una personalità istituzionale, non di un capo partito. Lo abbiamo detto in modo chiaro, mi sembra una cosa di buonsenso, non eccezionale o strana". Lo dice il segretario Pd Enrico Letta, uscendo dalla sede di Arel, ai microfoni di Fanpage e Fattoquotidiano.it.

Salvini si è detto disponibile a restare al governo anche senza Draghi: è un segnale? "In queste ore c'è qualche elemento di dialogo positivo, ma siamo solo all'inizio", afferma. Il vertice del centrodestra è convocato per domani alle 13.30 a Villa Grande, residenza romana di Silvio Berlusconi. La riunione inizierà al termine dei funerali di David Sassoli, a cui prenderanno parte diversi esponenti del centrodestra.

"Il clima che si respirava l'altro giorno quando è stato commemorato David Sassoli in Parlamento era straordinario, di serenità e di armonia, di desiderio da tutte le parti di contribuire a guardare agli interessi del Paese e non alle differenze di parte. Si tratta di una grande lezione, un grande contributo. Se i grandi elettori, parlamentari e non, procedessero all'elezione del presidente della Repubblica, David avrebbe un grandissimo merito", ha detto Gianni Letta parlando all'uscita della Camera ardente di Sassoli davanti alle tv.

"Trovo molto sagge le parole di Gianni Letta. Ha fatto un appello molto serio. Sono totalmente d'accordo con Letta, Gianni". Lo ha detto il leader di Iv, Matteo Renzi, a Metropolis Live, sui canali on line del gruppo Gedi.

"Noi dimostreremo coi fatti che l'unico sicuro 'ago della bilancia' in questa partita sarà proprio il Movimento 5 Stelle, il gruppo di maggioranza relativa in questo Parlamento. Abbiamo l'onore ma anche l'onere di rappresentare 11 milioni italiani" Lo ha detto il leader M5s Giuseppe Conte in assemblea congiunta dei deputati e senatori.

fonte: ansa.it