Settima sinfonia: Corazza-Reginaldo, è una Reggina da B. Anche la Casertana va ko

Falchetti piegati con un gol per tempo: amaranto sempre più primi, in attesa delle sfide di Ternana e Bari. Rientra anche Bertoncini a gara in corso, al Granillo è un'altra festa

Senza freni. La Reggina di Mimmo Toscano non conosce ostacolo, ottiene la decima vittoria in quattordici incontri battendo al Granillo la Casertana ed allungando ancora, seppur momentaneamente sulle seconde in classifica. Il soleggiato pomeriggio dell'impianto di Viale Galilei si trasforma nell'ennesima festa a tinte amaranto, che in casa non hanno lasciato mai nulla agli avversari.

LE SCELTE - Falchetti privi dell'uomo simbolo Castaldo e con un Floro Flores, che parte dalla panchina, a mezzo servizio. Toscano, da par sua, sceglie di dare fiducia ad uno degli uomini meno in evidenza dell'ultimo periodo, Reginaldo, nella coppia con Corazza. Senza Bellomo, dunque, è Sounas che ispira la coppia italo-brasiliana, con German Denis pronto a dar manforte a gara in corso.

PRIMO TEMPO - La prima mezz'ora del Granillo non è, di certo, un inno al bel calcio. La Reggina prova a costruire, con Reginaldo che cerca di dimostrare la sua importanza dopo il periodo di appannamento delle ultime gare. È il brasiliano a provarci con più insistenza, con un tiro da fuori che termina a lato. La Casertana, però, pur non riuscendo a pungere, si difende con ordine, imbrigliando i ragazzi di Toscano.

La svolta sembra poter arrivare solo grazie alla giocata del singolo, che puntualmente arriva. Corazza ispira il cross di Rolando, che però se lo vede ribattere dal terzino ospite. Sulla palla ad avventarsi è lo stesso Corazza che scarica un destra preciso in rete. Apoteosi al Granillo e dodicesimo gol in campionato per la punta ex Piacenza, implacabile negli ultimi 16 metri. Al riposo si va sull'1-0, fra gli applausi di un pubblico ormai abituato al successo.

MATCH IN GHIACCIO - Pronti, via il secondo tempo regala subito la rete che, di fatto, congela il match. Ancora protagonisti gli esterni, con Bresciani che sgasa sulla fascia e crossa. Come nell'occasione della rete di Corazza, la ribattuta della difesa campana premia l'inserimento di Reginaldo che controlla e scarica in porta. É 2-0 al Granillo, con la Casertana al tappeta già ad inizio ripresa.

La gara, infatti, non regala più altre grosse emozioni, al netto di una chance cestinata da Denis, subentrato a Corazza, per il 3-0. Ulteriore nota lieta, invece, è il rientro in campo di Bertoncini nell'ennesimo trionfo amaranto, il settimo, su sette incontri, giocati fra le mura amiche.

Seguici su telegramSeguici su telegram