Sorprendente connubio tra Avis e Magna Grecia: premio “Gea” per gli alunni del convitto “T. Campanella”

L’AVIS ha una storia di ben 90 anni. E’ un’a

L’AVIS ha una storia di ben 90 anni. E’ un’associazione che conta oltre 2 milioni di soci ed è profondamente radicata su tutto il territorio nazionale. Nella Provincia di RC sono attive 43 sezioni che svolgono un’intensa attività finalizzata alla promulgazione della cultura della donazione del sangue ed alla raccolta del prezioso liquido.

I valori dei donatori AVIS sono: persona, vita, fratellanza, eguaglianza, solidarietà, lavoro, legalità, rispetto per l’ambiente, salute e stile di vita sano, pace e cooperazione internazionale. Si tratta di valori eterni, sanciti dalla nostra Costituzione ed ereditati dal mondo classico, in particolare della MAGNA GRECIA.

Il progetto “Avis…..è Magna Grecia”, indetto appunto dall’AVIS, ha avuto come obiettivi di trasmettere concretamente un messaggio di solidarietà, incrementare il numero delle donazioni di sangue ed offrire agli studenti la possibilità di approfondire e riscoprire il periodo storico della MAGNA GRECIA che, probabilmente, è stato quello di maggiore benessere e sviluppo sul nostro territorio.

Il progetto è stato realizzato mediante varie attività svolte all’interno delle singole Istituzioni scolastiche, sia durante gli incontri interni, sia presso le varie località e strutture. Gli studenti delle scuole Primaria, Secondaria di I° grado e Secondaria di II° grado, sono stati protagonisti attivi in quanto impegnati direttamente nella realizzazione delle varie attività.

Detto progetto si è concluso con la partecipazione degli allievi delle varie scuole ad un concorso fotografico, i migliori elaborati sono stati premiati nel corso di una cerimonia conclusiva giorno 25 Maggio alle ore 16,00 presso “Auditorium “N. Calipari” palazzo della Regione.

La manifestazione ha avuto inizio, con i saluti dell’On.le Assessore, dott.ssa Anna Nucera ed è proseguita con l’intervento del relatore, avv. Diego Geria, Vicepresidente Avis Provinciale Reggio Calabria ed hanno fatto seguito i saluti da parte della dott.ssa Pasqualina Maria Zaccaria, Dir. Miur di RC e del dott. A. Postorino, Presidente dell’Avis Provinciale di RC.

Ad ogni scuola premiata per il lavoro svolto è stata associata una divinità classica e il Convitto Nazionale di Stato "T. Campanella" ha ricevuto il Premio Gea, dea della terra, per aver rievocato in maniera suggestiva, l'antica memoria dei luoghi greco-calabri. Gli alunni premiati sono Francesco D'Aguì e Federica Gaetano della 3^ B e Catalano Martina della Classe 3ᵃ C della Scuola Secondaria di I grado; Victoria Fenchak e Antonio Scirtò della 2^ A del Liceo Classico d'ordinamento. per un lavoro in power-point sulle aree grecaniche del nostro territorio, coordinati dalla referente del progetto, Prof.ssa Tiziana Biondi, nonché dalle Prof.sse Domenica Stillitano e Mariantonietta Liuzzo.

Le scuole partecipanti hanno ricevuto una targa con la seguente incisione: “Il mare degli Dei, di Odisseo, delle Sirene e della Solidarietà”.

  “E’ giusto donare il sangue per la patria, ma è bello e doveroso donare il sangue per la vita”