Il vice presidente Spirlì incontra l'attrice Francesca Pecora

Un'attrice calabrese di grande talento che ha affrontato tantissimi ostacoli senza mai arrendersi

Il vice presidente e assessore alla cultura e ai beni culturali della Regione, Nino Spirlì, ha ricevuto Francesca Pecora, attrice cosentina di grande talento.

L'artista, nata con la sindrome di Down, è dottoressa in Comunicazione e Dams, laureta all'unical, ed è "conosciuta" per la seduta di laurea doppia perché la mamma Loredana Ambrosio ha conseguito il titolo accademico assieme a lei.

"Una giovane donna volenterosa e dalle mille risorse - ha affermato il vice presidente Spirlì -. Ha affrontato tantissimi ostacoli con grande tenacia e senza mai arrendersi".

Francesca é amante dei libri ma adora anche recitare (ha partecipato al film, ideato da Enzo Carone, dal titolo "Francesca"), ballare, impegnarsi per gli altri. Ha fatto teatro a scuola durante gli anni del liceo e successivamente con Max Mazzotta; ha seguito corsi di danza moderna; è stata scout ed ha frequentato i campi di formazione per volontari della Croce Rossa.

Attualmente collabora con l'associazione "Mattia Facciolla onlus" e, negli ultimi tempi, si è avvicinata al cinema.

"In questo nostro tempo - ha evidenziato Spirlì  - è finalmente giunta l'ora di scavalacare i pregiudizi e rendere ogni persona risorsa preziosa a prescindere. Ritengo che ogni uomo e ogni donna diano differenti l'uno dall'altro: diverso è una parola che detesto perché prevede una ghettizzazione che non so accettare.

Francesca è testimone di quanto l'impegno e la determinazione possano annientare preconcetti e pregiudizi. La sua forte personalità e il raggiungimento di importanti obiettivi è esempio per tutti noi. Avrò l'onore e il piacere  -  dichiara infine il vice presidente - di condividere con lei ed altri artisti calabresi la presenza al tavolo permanente regionale della cultura."