'Il Vinci non è il Vinci senza la Princi': la comunità studentesca 'abbraccia' la Preside

L'incarico di Vice Presidente della Calabria porterà la dirigente al di fuori del liceo reggino che per anni ha guidato con grande impegno. Il saluto di studenti, professori e genitori

Nel suo ultimo giorno da dirigente scolastica la professoressa Princi, Preside del liceo scientifico Vinci di Reggio Calabria è stata sommersa dai messaggi dei suoi studenti, degli professori ed anche dei genitori che, in questi anni, hanno incrociato il suo cammino.

"Il Vinci non è il Vinci senza la Princi"

Studenti Liceo Vinci Saluto Preside Princi (3)

"Il Vinci non è il Vinci senza la Princi" è questo uno dei tanti motti scritti sui cartelloni che, nella giornata di oggi, hanno colorato l'istituto superiore di Reggio Calabria. Ragazzi sorridenti, ma allo stesso tempo, commossi, nostalgici, si nascondono sotto le mascherine delle foto postate sui social che hanno già fatto il giro della città.

Una prova tangibile di quanto il lavoro della Preside reggina abbia lasciato il segno nella sua comunità studentesca e di quanto si sentirà la sua assenza adesso che è stata chiamata a ricoprire l'importante ruolo di vice presidente della Regione Calabria con numerose ed importanti deleghe.

I messaggi degli studenti

Studenti Liceo Vinci Saluto Preside Princi

"Preside o non preside, lei rimarrà per sempre una delle donne migliori che io abbia mai conosciuto. Quando sono arrivato in questa scuola 5 anni fa, ho capito subito di avere in cima una leader fantastica che si prende cura di tutti gli studenti, scolasticamente e umanamente. Sono sicuro che una donna come lei potrà ricoprire al meglio il ruolo che le è stato affidato. Lei è il perfetto miscuglio tra cuore, competenza e professionalità. Il nostro territorio ha bisogno di persone come lei, e lei non ha idea di quanto io possa essere fiero che la mia preside possa aver raggiunto un traguardo del genere".

E poi ancora:

"Quando penso a lei , mi viene in mente la frase che sempre ci ripete “sono le idee a governare il mondo” , ed è proprio questo uno dei suoi insegnamenti di cui io faccio più tesoro. La volevo ringraziare per l’attenzione che ha avuto sempre nei nostri confronti, per l’amore che quotidianamente ha trasmesso e sono sicuro continuerà a trasmettere verso tutti noi, per la passione che mette in ciò che fa".

Gli studenti, però, non sono stati gli unici a dedicare parole di affetto alla dirigente scolastica. Tra i tanti messaggi spicca anche il ringraziamento di una docente:

"Lei è una delle persone più intelligenti e capaci che io abbia mai conosciuto, sono certa che saprà dare un importante contributo di crescita alla nostra regione, anche se a noi insegnanti la sua presenza quotidiana mancherà tanto... E glielo dico col cuore. Le auguro il meglio e spero che il filo che ci unisce non si spezzi ma anzi che il confronto con lei possa continuare ad arricchirci. La abbraccio con grande affetto, stima e gratitudine, a presto".