Toscano si racconta: il segreto dei successi, la Reggina, le ambizioni, Menez

"Pronti alle scelte dolorose, ma questo gruppo va solo puntellato"

Ospite di Passione Amaranto, mister Toscano parla del suo ritorno tra i cadetti, delle difficoltà che possono scaturire dalla lunga sosta, di Menez e tanto altro:

"Mister promozioni? E' una etichetta che mi voglio togliere. Per carità mi fa piacere, ma ritorno in serie B con molto piacere perchè ci si confronta con squadre e tecnici di livello. A prescindere dal risultato finale, spero sia una stagione ricca di soddisfazioni.

Il segreto dei miei successi? Le componenti sono diverse: unità di intenti, società solida, grande gruppo, componenti che sono riuscito a trovare quest'anno. Sono stato bravo e fortunato, l'importante è creare quell'atmosfera e quel clima giusto per stare bene.

La serie B è un campionato tremendo, imprevedibile, lungo, equilibrato e nel giro di un mese di puoi trovare dalla parte destra a quella di sinistra della classifica e viceversa. Quando fai il salto di categoria, devi migliorare l'aspetto qualitativo e la fisicità

Il mercato? chiedete a Taibi. Si faranno delle scelte, alcune delle quali saranno dolorose. La politica nelle scelte sarà identica a quella della passata stagione. Un giocatore da Reggina ci deve convincere dal punto di vista umano, del lavoro, della serietà e della convinzione nel progetto da sposare. Qui verrebbero anche a piedi e comunque non bisogna fare molto, ma solo puntellare questo gruppo.

Menez? La sua posizione dipenderà tanto da lui e dalla sua disponibilità, credo che possa fare tutti e tre ruoli d’attacco. Prima, seconda punta e trequartista. C'è chi dice che noi Monza e Vicenza siamo favoriti da questa lunga pausa, io dico l'esatto contrario, potrebbe essere invece un problema. Ma ci stiamo attrezzando anche per questo".