Stretto - Versace a Messina, De Luca: 'Non ci unisce il ponte, ma la buona politica'

I sindaci della Stretto insieme per chiedere una soluzione tempestiva al Governo. Intanto De Luca inizia lo sciopero della fame

La protesta continua e si evolve. Accampato da qualche giorno al porto di Messina il sindaco De Luca, che intanto ha presentato anche le sue dimissioni dalla carica di primo cittadino, prosegue la sua battaglia dichiarando l'inizio dello sciopero della fame.

Intanto, nella giornata di ieri, alla rada San Francesco è arrivato anche il sindaco f.f. della Città Metropolitana di Reggio Calabria, Carmelo Versace.

Super green pass nello Stretto: Versace a Messina

"Non ci unisce il ponte ma ci unisce la buona politica".

Lo ha scritto il sindaco della città di Messina in un post sulla sua pagina Facebook.

"È venuto a trovarmi e manifestare la sua adesione alla mia campagna di protesta, il Sindaco f.f. della Città Metropolitana di Reggio Calabria Carmelo Versace.

"Siamo d’accordo che il Governo ha adottato una normativa trascurando completamente di considerare i risvolti pratici dell’obbligo di green pass rafforzato per l’attraversamento dello Stretto. Abbiamo anche condiviso l’appello al Governo perché adotti immediatamente i correttivi per eliminare questo sequestro di Stato in riva allo Stretto".

De Luca ha concluso:

"Ringrazio il Sindaco Versace per la sua sensibilità istituzionale, che finora nessun altro dei politici siciliani ha dimostrato di possedere.
Io resto qui, la mia protesta contro il sequestro di Stato va avanti".