Reggio ha il suo vice-sindaco, Perna: 'Primo obiettivo: superare l'emergenza. Ho due preoccupazioni...'

Le prime parole del neo vice sindaco

"Se non ci fosse un progetto a lungo termine non avrei accettato l'incarico".

Sono le parole del prof. Perna a seguito della conferenza stampa di presentazione di questa mattina a Palazzo San Giorgio.

Due le preoccupazioni da parte dell'intellettuale reggino, in vista del nuovo ruolo affidatogli di vice sindaco di Reggio Calabria.

"Da un lato sono preoccupato per l'eccesso di aspettative nei miei confronti. Il periodo poi che stiamo vivendo non è affatto facile e la crisi economica non aiuta - spiega il neo vice-sindaco - Perchè ci ho pensato così tanto prima di accettare? Perchè non è affatto facile. Ho anche dei familiari e quando ho avuto l'infarto ero assessore a Messina. Speriamo non succeda anche adesso (ride ndr)".

Città Metropolitana - Area dello Stretto - Innovazione sociale - Smart City - Parchi Urbani - Partecipazione e cittadinanza attiva - Identità territoriale sono le deleghe affidate al vice-sindaco.

"Per quanto riguarda i trasporti e l'attraversamento sullo Stretto dovremo interloquire con il sindaco De Luca per poter avviare interessanti progetti insieme. Il Ponte? sapete che sono contrario ma ci sono altre cose molto interessanti che al momento opportuno vi dirò. I ponti sono bellissimi ma quello sullo Stretto non si può fare tecnicamente".

Primo obiettivo, affrontare l'emergenza Covid insieme al sindaco Falcomatà. Successivamente verrà avviato un programma dettagliato insieme alla Giunta.