Incendi al Sud, Turetta (CUB) contro Candiani: 'Responsabilità politiche di un'Italia che brucia'

Turetta del sindacato CUB pubblico impiego risponde alle parole del senatore Candiani che accusa i Vigili del Fuoco

I Vigili del Fuoco precari hanno risposto all'intervento del senatore Stefano Candiani, riguardo la conversione del disegno di legge sul contrasto agli incendi boschivi.

Turetta risponde al senatore Candiani

Ha cosi dichiarato Maria Teresa Turetta, segreteria nazionale CUB pubblico impiego:

"Caro senatore Candiani le responsabilità di un'Italia che brucia sono solo politiche."

Il senatore Stefano Candiani, nel corso della discussione per la conversione del disegno di legge sul contrasto agli incendi boschivi e su altre misure urgenti di protezione civile, ha lanciato gravi accuse e specifici sospetti contro i vigili del fuoco volontari, in particolare quelli impegnati nelle regioni del Sud Italia. Ha parlato di

“difesa dell’onorabilità dello Stato e del Corpo dei Vigili del Fuoco” , ma per questo occorre “essere” uno Stato che onora i suoi doveri, che non sfrutta migliaia di operatori per anni e anni senza mai procedere ad assunzioni stabili, che non consente concorsi truccati e clientelismi nelle assunzioni. Significa rispettare ed avere cura del territorio e dell’ambiente, a differenza dello scempio consentito da anni a favore delle industrie, dei “palazzinari”, della criminalità organizzata. Significa ascoltare e raccogliere le denunce e le proteste dei cittadini (la TAV, l’ex ILVA di Taranto, il disastro del crollo del ponte di Genova, smottamenti, straripamenti, disastri annunciati e verificati) La responsabilità penale di qualunque tipo di reato va attribuita a chi se ne rende protagonista! Grave sparare nel mucchio soltanto per coprire mancanze ed incapacità! Senatore Candiani, la “manina nascosta” che va ad appiccare i fuochi cercatela altrove: i vigili del fuoco volontari, come li definisce lei, o precari, come in realtà sono, amano e difendono anche eroicamente il territorio in cui operano.