Viola, dopo la sconfitta a Catania: "Complimenti agli etnei. Le nostre rotazioni ridotte"

E' amareggiato il coach neroarancio e sottolinea la necessità di potenziare il roster per non affaticare l'attuale gruppo

In sala stampa si è presentato coach Mecacci dopo la sconfitta subita a Catania evidenziando gli aspetti negativi di una partita che non è andata come era stata pianificata e preparata:

“E’ stato un brutto match interpretato male e giocato peggio. Abbiamo fatto bene sul finale, ma devo ammettere che anche vincendo non avremmo meritato, hanno avuto la meglio dal punto di vista emotivo. Tutte le volte che riuscivamo a mettere dei canestri consecutivi, subivamo la rimonta di Catania. Il break dell’ultimo quarto è costato la partita. Spero che Fallucca non si sia fatto male seriamente, con lui in campo il finale sarebbe stato davvero diverso, era in un ottimo momento. Appena lui è uscito siamo stati disattenti. Le qualità offensive di Catania sono sorprendenti, complimenti a Gatti e Provenzani, davvero bravi. Noi troppi errori difensivi, tiri facili uno contro uno errori a rimbalzo che hanno determinato il divario. Catania ha tirato nove volte in più da due punti preso 16 rimbalzi in più. Abbiamo tirato troppo da tre. La settimana mi puzzava fin da mercoledì, c’era troppo nervosismo, lo abbiamo portato fino ad oggi, merito comunque sia al Catania. A noi lo ribadisco serve un rinforzo, giocare con solo due lunghi, ha prodotto un extra sforzo. Dispiace molto per la partita, ancor di più per l’infortunio speriamo non grave di Fallucca“.

Seguici su telegramSeguici su telegram