Volley - Troppo forte Cucine Lube Civitanova.La Tonno Callipo si deve arrendere

Mengozzi: "Sapevamo che non sarebbe stato per niente facile"

Ci ha provato, vendendo cara la pelle fino all’ultimo minuto di gioco, la Tonno Callipo Calabria VV sul campo dell’Eurosole Forum, ma di fronte alla pluridecorata Lube Civitanova si è dovuta arrendere. Evidente la maggiore forza della squadra di coach Fefè De Giorgi che, nell’ottava giornata di ritorno della regular season di Superlega, trova un’altra vittoria con un tondo 3-0 (25-19, 25-23, 25-17) schizzando così, senza rivali, in testa alla classifica. Situazione diversa per i calabresi di mister Juan Manuel Cichello che non ottengono punti da questa lunga e difficile trasferta rimane impelagata nella lotta per la salvezza e da stasera con qualche pensiero in più perchè superata dalla diretta rivale Cisterna che si è aggiudicata la contesa casalinga contro Padova (3-0), prossimo avversario dei vibonesi.

Alla Callipo non è bastata l’abile regia di un Baranowicz alquanto ispirato, col solito Abouba (12 punti) che ha cercato di tenere a galla i suoi per tutto il match. Mister Cichello le ha provate tutte cercando di cambiare qualcosa in attacco con gli ingressi sul finire del primo set di Pierotti per Carle e nel terzo Ngapeth per Defalco. Un tentativo che è servito a poco.

L’avvio del primo parziale è all’insegna dell’equilibrio. Si viaggia punto a punto fino al 7-7. Poi gli errori consecutivi dai nove metri da parte di Vibo facilitano i cucinieri che accelerano in modo decisivo distaccando gli ospiti di 5 lunghezze. La Callipo non molla e prova a rientrare in partita portandosi a – 2 (18-16) però la Lube riprende a far punti in battuta rendendo vana la possibile rimonta degli avversari che avevano ottenuto il 23-19 con un ace di Carle. Il definitivo 25-19 della Lube arriva con un attacco di Anzani.

Entra bene nel secondo parziale Vibo che tiene testa ai titolati avversari viaggiando punto a punto (17-17). In evidenza in questa fase Chinenyeze reattivo in attacco e Defalco che infila l’ace del 15-14. Da qui Civitanova alza la voce e si porta in vantaggio di un paio di punti ma la Callipo è brava a crederci al punto da impensierire Leal e compagni accorciando fino ad una sola lunghezza (22-21, 24-23 con un ace di Baranowicz). Il sogno dura poco e un primo tempo di Simon chiude anche il secondo set a favore dei marchigiani.

Prova a riscattarsi nel terzo parziale la Callipo e il 3-1 iniziale sembra andare in questa direzione. Invece Civitanova dopo il pareggio a 6 rimette le cose a posto staccando gli avversari che sembrano accusare un crollo tanto da accumulare uno svantaggio di 7 punti (18-11). Reagisce ancora una volta la formazione di Cichello che sigla un parziale di 3-0 con Pierotti, un ace di Abouba e un primo tempo di Vitelli (18-14). A fare la differenza pure in questo caso è la maggiore esperienza di Civitanova trascinata dai soliti Juantorena, Simon e Leal che chiudono set (25-17) e incontro.

LA DICHIARAZIONE POST-GARA

Stefano Mengozzi (centrale): "Sapevamo che non sarebbe stato per niente facile affrontare la Lube in casa sua, credo comunque che nonostante il netto passivo possiamo uscire da qua a testa alta, e non è poco. Bene soprattutto la nostra prova nel secondo set, in cui li abbiamo tenuti sulle spine sino all'ultimo pallone. Dobbiamo ripartire proprio da queste cose buone, e guardare ai prossimi impegni con fiducia".

IL TABELLINO

Cucine Lube Civitanova-Tonno Callipo Calabria VV: 3-0
(25-19, 25-23, 25-17)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Anzani 1, Kovar, Balaso (L pos 83%, pr 67%), Juantorena 12, Massari, Leal 15, Rychlicki 9, Simon 9, Mossa 3. Marchisio (L). Ne: D’Hulst, Diamantini, Bieniek. All. De Giorgi.
TONNO CALLIPO CALABRIA VV: Mengozzi 7, Aboubacar 12, Vitelli 2, Carle 7, Chinenyeze 2, Rizzo (L pos 18%), Baranowicz 4, De Falco 7, Ngapeth, Pierotti 1. N.e.: Hirsch, Marsili, Sardanelli (L). All. Cichello.
Arbitri: Zavater e Zanasi.

Civitanova: ace 7, bs 11, muri 5, errori 5. Callipo: ace 5, bs 18, muri 3, errori 3.
NOTE - durata set: 27', 28', 26'. Tot. 1ora 22 minuti’. Spettatori: 3005, incasso 27.026 euro.
Mvp: Leal (Lube)