A Reggio conclusione in bellezza del festival EcoJazz con Bungaro e Ornella Vanoni 

Un concerto che si incastona nel mosaico di ritmi e sonorità della tradizione di Ecojazz per la poliedricità della grande Ornella Vanoni

“Vi aspetto con Ornella Vanoni e il nostro Maredentro a EcoJazz festival. Il 29 agosto saremo nel meraviglioso parco Ecolandia. Vi aspettiamo con il mare negli occhi”. Affida a questo post su Fb l’annuncio dell’imminente concerto a Reggio Calabria il cantautore di origini pugliesi che con il suo quartetto e la straordinaria Ornella Vanoni si esibirà al parco Ecolandia di Arghillà, nello speciale fuori programma della 28^ edizione di Ecojazz. Appuntamento da non perdere, giovedì 29 agosto, alle ore 21.

“La madre della canzone italiana, voce pensante tra numerose voci solo cantanti, così io considero Ornella Vanoni”, ha commentato Bungaro.

“Una grande eleganza, una classe senza tempo e una personalità forte e impegnativa sono i tratti che fanno di lei un’artista impareggiabile che conserva ancora la passione e l’entusiasmo di una bambina, contemperandoli con la saggezza di una vita trascorsa a cantare e di un ricco patrimonio di storie ed esperienze.

Dopo avere scritto la storia della canzone italiana, sprigiona ancora la freschezza e l’energia di una fine artista contemporanea.

Un’anima perennemente ispirata che ogni volta si ricarica e ritorna in viaggio dentro le parole e la musica. Ecco spiegato perché con lei sul palco è, e sarà anche a Reggio Calabria, subito poesia, immediatamente magia”, ha spiegato Bungaro che sul palco di Ecolandia si esibirà con il suo quartetto e duetterà con Ornella Vanoni.

Un concerto che si incastona nel mosaico di ritmi e sonorità della tradizione di Ecojazz per la poliedricità della grande Ornella Vanoni, che ha collaborato con artisti del calibro di Vinicius de Moraes, Toquinho, George Benson, Herbie Hancock, Steve Gadd, Gil Evans, Michael Brecker, Ron Carter, e del fine Bungaro.

Ha collaborato anche con un altro straordinario artista, ospite pure quest’anno di Ecojazz, l’eccezionale pianista Omar Sosa. La sua musica ha sempre avuto un respiro universale, in più occasioni declinato anche nel Jazz e nel Latin Jazz.

Le canzoni di Bungaro sono state portate al successo da alcune delle voci femminili più importanti del panorama musicale italiano e internazionale, tra cui Ornella Vanoni, Fiorella Mannoia, Malika Ayane, Giusy Ferreri, Emma Marrone, Daniela Mercury, Miùcha Buarque de Holanda, Paula Morelembaum, Ana Carolina e Kay McCarthy. Inoltre, ha scritto e collaborato con Eros Ramazzotti, Gianni Morandi, Raf, Marco Megoni, Neri Marcorè e Paola Cortellesi.

Bungaro vanta anche numerose collaborazioni cosmopolite, tra cui quelle con Youssou N’Dour (Senegal), Omar Sosa (Cuba), Guinga (Brasile).

La sua passione per il cinema e la musica è molto apprezzata da alcuni registi, Bungaro ha firmato infatti diverse colonne sonore di film di successo (tra le più recenti, “Perfetti sconosciuti”, che un anno fa ha vinto il Ciak D’Oro e il Nastro D’Argento, ed è stato candidato ai David di Donatello per la migliore canzone originale) e, di recente, la canzone “In Viaggio”, interpretata da Fiorella Mannoia, per il film documentario “I bambini sanno” di Walter Veltroni.

Del 2018 è la sua partecipazione al Festival di Sanremo con Ornella Vanoni e Pacifico per presentare il brano “Imparare ad amarsi”, di cui è co-autore della musica e del testo; Bungaro aveva già collaborato con Ornella Vanoni nel 2007 per l’album “Una bellissima ragazza” firmando tre canzoni: “Io con te”, “Dolce meccanica” e “Pagine”. Nella 69° edizione di Sanremo in duetto si è esibito con Francesco Renga nel brano “Aspetto che torni”.

Bungaro, chitarra e voce

Antonio De Luise contrabbasso,

Marco Pacassoni vibrafono, percussioni e batteria,

Antonio Fresa, pianoforte

Stefano Jorio al violoncello,.

Seguici su telegramSeguici su telegram