Nuovi locali per l'Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria

Ottocento metri quadrati, tre immobili della Regione Calabria dati in comodato d'uso alla Scuola per 10 anni

Nuovi locali per l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria: ottocento metri quadrati, tre immobili della Regione Calabria dati in comodato d’uso alla Scuola per 10 anni. Sono state consegnate questa mattina nell’Aula Magna dell’Accademia reggina, dalla vice presidente Giusy Princi, le chiave degli immobili di proprietà della Regione che, da oggi, saranno locali adibiti alle attività dell’Accademia ma, soprattutto, in uno di questi sarà realizzata una Galleria d’arte contemporanea aperta alla città. Gli immobili sono collocati in via Roma, via Benassai e via Santa Caterina.

“E’ una giornata importante che suggella un percorso in sinergia con la Regione Calabria e consentirà al nostro corpo docente, amministrativi e studenti di poter usufruire di spazi nuovi – esordisce il presidente dell’Accademia Maria Cerzoso -.

Il deus ex machina di questa operazione è il direttore Sacchetti che ha creduto in un’idea e visto in questi locali, una nuova vita per la nostra Accademia. Per noi, gli immobili rappresentano una crescita di spazi e di opportunità didattiche per i ragazzi che disporranno di un’offerta formativa sempre più performante”.

Ristobottega

Il direttore dell’AbaRc Piero Sacchetti prima di mostrare cosa sarà realizzato nei locali assegnati, ribadisce di essere pronto a “lavorare per realizzare un Polo culturale diffuso” e puntualizza qualche dato sull’evoluzione della Scuola.

“55 anni di presenza sul territorio reggino, 10 percorsi di alta formazione artistica, 450 studenti, 74 docenti, 8 amministrativi e 10 ausiliari. L’Accademia di Belle Arti di Reggio, la prima in ordine di istituzione in Calabria e la terza nell’Italia Meridionale dopo quelle di Napoli e Palermo, ha avviato la propria attività formativa portando avanti sinergie con vari partner ed Enti del territorio per coniugare studio e lavoro perché noi abbiamo a cuore il futuro dei nostri studenti – postilla Sacchetti -.

E’ fondamentale collaborare con le Istituzioni perché il mondo dell’arte, a livello occupazionale, ha un trend in crescita e i nostri ragazzi non devono scappare via”.

Pienamente concorde l’assessore comunale Anna Briante che plaude l’iniziativa regionale e l’Accademia per rappresentare uno dei fermenti positivi di questa città. Dobbiamo lavorare tutti assieme affinché i giovani possano sentirsi protetti nel loro territorio – continua l’assessore -. Spero che questo tipo di iniziativa possa essere replicato dall’Ente che rappresento”.


“Dobbiamo dare priorità alla cultura in senso ampio, una Galleria d’arte contemporanea che richiamerà artisti nazionali ed internazionali, sale di lettura, nuove aule per gli studenti e uffici per gli amministrativi sono solo alcuni dei progetti dell’Accademia – conclude la vice presidente Princi -.

Ringrazio il Funzionario della Regione Franco Germanó che ha lavorato attivamente insieme alla dirigente del settore Patrimonio Mara Nasso affinchè oggi, potessimo consegnare al direttore Sacchetti e alla Presidente Cerzoso, immobili che, finalmente, respireranno cultura”.

Nel dettaglio i locali assegnati sono: in via Roma, un appartamento di sei vani (MQ 170) destinato agli uffici per il personale amministrativo al fine di recuperare aule nell’attuale edificio di Via XXV Luglio; in via Benassai deposito di circa 350 MQ e ubicato nello stesso complesso dell’appartamento di via Roma (spazio destinato all’immagazzinamento in sicurezza di materiali di archivio e attrezzature in disuso in attesa di smaltimento) e in via Santa Caterina autorimessa di circa 270 MQ (area che sarà utilizzata per esposizione e mostre di arte contemporanea) e il locale sovrastante dove saranno realizzate sale lettura di testi di arte.

Ristobottega