Calabria, il 21 giugno addio al coprifuoco. Via l'obbligo delle mascherine dal 15 luglio?

L'Italia si prepara ad eliminare l'obbligo di indossare la mascherina.  Ci saranno però alcune eccezioni

Ultimi giorni in zona gialla per la Calabria?  Tra le poche regioni ancora non passate in zona bianca, la Calabria dovrebbe essere 'promossa' dal 21 giugno. Da ricordare come in zona bianca vengono meno quasi tutte le restrizioni: unica eccezione l’obbligo di indossare le mascherine e il distanziamento sociale. Il coprifuoco non esiste, gli spostamenti sono liberi, così come lo sono gli orari dei locali pubblici.

In ogni caso, pur rimanendo in zona gialla, la Calabria in ogni caso dal 21 giugno dirà addio al coprifuoco, che verrà abolito su tutto il territorio italiano. Lentamente ma in modo graduale si torna quindi alla normalità, enorme la boccata d'ossigeno non solo da un punto di vista economico ma anche sociale.

Limitazioni che in modo graduale verranno eliminate alla luce dei numeri confortanti relativi alla curva dei contagi. Ieri 1.400 nuovi positivi al Coronavirus in Italia e 52 vittime, mentre il tasso di positività è stabile allo 0,7%. La curva torna ai numeri dello scorso ottobre anche per gli ingressi giornalieri in terapia intensiva: ieri soltanto nove.

Via il coprifuoco, benvenuta zona bianca, quando ci sarà invece il tanto sospirato addio alle mascherine? L'orientamento del Governo, secondo le ultime indicazioni, è quello di eliminare dalla metà di luglio l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione facciale mentre si cammina per strada.

Come hanno deciso altri paesi europei (ad esempio la Francia, dove le mascherine non sono più obbligatorie da oggi) anche l'Italia si prepara dunque ad eliminare l'obbligo di indossare la mascherina.

Ci saranno però alcune eccezioni, nelle situazioni di affollamento sarà comunque necessario metterla. Per questo bisognerà sempre tenerle con sé perché all’occorrenza si dovrà essere pronti a utilizzarle.

"Sarà come con gli occhiali da vista per leggere da vicino che si portano sempre in tasca. In determinate situazioni, in fila dal gelataio o allo stadio, per non correre rischi dovremo essere pronti ad indossarla", le parole del Sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri.