L'alfabeto della moda, Aldo Sacchetti: "Questa pubblicazione è la coronazione di un sogno"

“L’alfabeto della moda” è il libro che vi darà la possibilità di conoscere la realtà che si cela dietro le scelte di stile passate e future! Ecco il racconto di Aldo Sacchetti

“L'inatteso, l’irregolare, il sorprendente, lo stupefacente sono parte essenziale e caratteristiche della bellezza.” (Charles Baudelaire)

Quante di noi hanno sognato il guardaroba di Carrie?

Quante si sono immaginate nei panni di Andy sotto l’acuto occhio di Miranda Priestley?

Se la moda è il riflesso del vostro mondo ideale “L’alfabeto della moda” è il libro che vi darà la possibilità di conoscere la realtà che si cela dietro le scelte di stile passate e future!

Un mix di consigli, idee e piccole curiosità che riusciranno a darvi le dritte giuste e sicuramente vi strapperanno un sorriso:

“Mi fanno ridere le donne che vogliono governare il mondo da sole, senza uomini chi è che tira su la chiusura lampo sul dietro di un abito?” (Mae West)

Da corredo alle citazioni dei più grandi personaggi che hanno contribuito a rendere immortale l’arte, la moda e l’estetismo, disseminati tra le pagine troverete le illustrazioni di Aldo Sacchetti, l’artista reggino che con il suo inconfondibile talento, riesce a impreziosire ulteriormente il lavoro dell’autrice Sofia Gnoli, dando vita a un manuale di eleganza che funge da anello di congiunzione tra moda e letteratura!

“La pubblicazione di questo libro è stata la coronazione di un sogno” racconta Aldo Sacchetti ai microfoni di CityNow.

“Lavorare per l’editoria e per la moda sono sempre stati due tra gli obiettivi che mi ero prefissato di raggiungere, riuscire a farlo contestualmente, affiancato a una grande personalità come Sofia Gnoli, è un onore indescrivibile. Ovviamente spero che questo sia solo l’inizio di un nuovo percorso.”

Aldo Sacchetti è un ragazzo brillante e intraprendente che si contraddistingue per le sue doti creative e una nota di umiltà, che conserva nonostante i grandi traguardi raggiunti; è sicuramente fonte di orgoglio per la nostra terra che, nonostante tutto, riesce ancora a formare giovani ricchi di entusiasmo e speranza, capaci di grandi sogni e imprese ancora più grandi.

La mente che ha dato vita a questa guida di stile assolutamente imperdibile è Sofia Gnoli, studiosa di moda, docente universitaria e giornalista, in questa sua ultima pubblicazione descrive l’atmosfera che ha dato vita ai capi di haute couture, alle tendenze più stravaganti, fino agli accessori, ma soprattutto ci invita a osare rimanendo sempre fedeli al nostro corpo e al nostro stile, perché la vera eleganza non è un abito ma un modo di essere, di camminare, di porsi. L’errore più grande che una donna possa fare, è gettarsi a capofitto nel seguire in modo passivo e acritico qualunque dettame della moda, a tal proposito Oscar de la Renta ha coniato un neologismo ad hoc: “fashion victim”.

È facile essere vittime del fashion in una realtà in cui la moda è più un business che un modo di esprimere l’individualità, ma se riprendiamo consapevolezza del potere che ha, della sicurezza che acquista una donna quando osserva la sua immagine allo specchio e ama anche le imperfezioni di quel riflesso, è lì che la moda vive e si rigenera.

Buttate gli stereotipi dalla finestra, che abbiate ai piedi delle costosissime Manolo Blahnik, delle criticatissime ballerine o un semplice paio di sneakers, camminate a testa alta! La bellezza parte da lì.

Seguici su telegramSeguici su telegram