All'attore reggino Saverio Malara il premio 'John Wayne'

Per l'attore reggino 2018 appena concluso pieno di impegni e un 2019 che si preannuncia ricco di soddisfazioni

L’attore reggino Saverio Malara è stato premiato con il premio “JOHN WAYNE” del Belluno Film Festival diretto dalla regista Annarita Campo.

Il Belluno Film Festival questo anno ha avuto luogo in contemporanea con il “Milazzo International Film Festival”, anch’esso diretto dalla stessa regista Campo.

La consegna è avvenuta in occasione della serata di premiazione del MIFF avvenuta domenica scorsa, giorno 13 gennaio, nella meravigliosa cornice del prestigioso e lussuoso “Eolian Milazzo Hotel” nella città di Milazzo.

La regista Campo ha dichiarato di essere molto felice di aver assegnato questo premio all’attore Malara, in quanto la stessa nutre profonda stima ed ammirazione sia come attore che come persona.

PREMI E SODDISFAZIONI

Per Saverio Malara, in passato premiato con il ‘Vincenzo Crocitti’, un 2018 appena concluso pieno di impegni e un 2019 che si preannuncia ricco di soddisfazioni.

“Attualmente è nelle sale cinematografiche ‘Uno di famiglia’ (nella foto), film con Nino Frassica, Lucia Ocone e Pietro Sermonti, che mi vede coinvolto in un piccolo ruolo. Ho partecipato anche alla serie ‘Zero Zero Zero‘, importante progetto ideato dai creatori di Gomorra incentrato sulla ‘ndrangheta che mi vede tra gli attori protagonisti, la cui uscita è prevista nel 2019″, le sue parole.

Non solo grande schermo ma anche televisione. L’attore reggino, in passato nella serie ‘Solo’ e altri progetti televisivi, attualmente è  anche su Rai Uno con il film di Giacomo Campiotti ‘Liberi di scegliere’, protagonisti Alessandro Preziosi, Nicole Grimaudo, Carmine Boschini e (nuovamente) Francesco Colella: “Il lavoro di questi anni mi rende orgoglioso e ancora più determinato per i progetti futuri “.

REGGINI DOC

Nel 2019 uscirà nelle sale anche 'Via dall'Aspromonte' di Mimmo Calopresti, che vedrà al fianco di attori di calibro internazionale come Valeria Bruni Tedeschi e Sergio Rubini anche due reggini doc come Saverio Malara e Marcello Fonte.

Impossibile non chiedere a Malara un giudizio su Marcello Fonte, reduce da un anno incredibile e quasi irreale: “Conosco bene Marcello, avevamo lavorato insieme anche in occasione di ‘Asino vola’. Sta dimostrando di valere in modo assoluto il peso della Palma d’Oro ricevuta a Cannes, anche in questo set sta stupendo tutti per la sua eccezionale bravura. Siamo entrambi ‘arcoti’ e lo sottolineo con orgoglio, visto che si parla solo in termini negativi di certe zone di Reggio”.