Festa Madonna, annullate anche le bancarelle

Niente giostre, niente processione ed ora anche niente bancarelle

Anche le tradizionali bancarelle di Festa Madonna sono state annullate. Tutto era già pronto, i commercianti erano arrivati in città e questa sera avrebbero dato il via alle operazioni di montaggio delle loro postazioni nel piazzale Botteghelle.

Nei giorni scorsi, era stato anche predisposto un piano per il traffico veicolare e tutti i divieti che i cittadini avrebbero dovuto rispettare dal 12 al 20 settembre.

Una riunione d'urgenza in Prefettura, avvenuta questa mattina, secondo quanto riportato da Rtv, ha bloccato tutto. Le bancarelle, prima autorizzate, sono state adesso fermate a causa dell'emergenza Covid.

Impossibile secondo l'ASP di Reggio Calabria evitare gli assembramenti. Pur trattandosi di uno spazio all'aperto riuscire a mantenere le distanze durante una festa così sentita dalla popolazione e per così tanto tempo - le bancarelle sarebbero rimaste in città fino a giorno 20 - sarebbe stato impossibile.

Sempre nella mattina di oggi, i commercianti avevano affollato piazza Italia a causa di una Tosap troppo 'salata'. Nel bando iniziale, lamentano gli ambulanti, non era stato indicato il costo di occupazione del suolo pubblico che si aggira intorno ai mille euro, a seconda della dimensione.

I lavoratori non chiedevano altro che uno sgravio da parte del Comune, prima di apprendere la decisione sull'annullamento degli eventi fieristici in città.