'Diffamazione via web', avvocato Cartisano: "Prevenire educando al buon senso"

Le riflessioni dall'avvocato penalista Marco Cartisano in merito al contrasto delle nuove forme di diffamazione via web

Una riflessione ed un approfondimento sull'utilizzo e i contenuti dei social network dal punto di vista giuridico. È quanto proposto dal Movimento Forense di Reggio Calabria, che ha organizzato presso la sala “Giuditta Levato” del Consiglio regionale il convegno sul tema: Avvocati e Social network: libertà di manifestazione del pensiero e deontologia”.

Esiste un progresso tecnologico spesso non correlato da quello normativo, intervistato da CityNow l'avv. Marco Cartisano ha spiegato:

"La volontà o la necessità di usare internet ed i social non è accompagnata da un'adeguata preparazione, soprattutto quando si approccia per la prima volta alle nuove tecnologie.

Ci ritroviamo come avvocati ed operatori del diritto davanti a situazioni che si potrebbero evitare col buon senso. Se prima era solo la stampa a trovarsi nel rischio di diffamare, adesso ogni cittadino è esposto a tale reato, quando si risponde a un commento, si scrive qualcosa di falso, si finisce di fronte la Procura della Repubblica, o davanti ad un tribunale.

L'opera di noi avvocati, nell'ottica di un'importante funzione costituzionale, è quella di difendere il cittadino non inteso come mero cliente ma come una persona da istruire man mano che si approccia a queste nuove tecnologie attraverso un'opera di divulgazione".