Cinquefrondi, vietati i botti di fine anno: l'ordinanza del sindaco

Il provvedimento che avrà vigore fino al prossimo 7 gennaio, è stato disposto dal sindaco Michele Conia con un'ordinanza comunale

Nel provvedimento che avrà vigore fino al prossimo 7 gennaio, si fa riferimento all'”abuso di tali artifizi senza l’adozione di precauzioni per evitare pericoli e danni per persone e cose e per tutelare il benessere degli animali” e al fatto che l’utilizzo dei botti “incide negativamente sulla sicurezza di tutti”.

L’ordinanza del sindaco di Cinquefrondi

Lo ha disposto il sindaco Michele Conia che ha emanato un’ordinanza con la quale:

“è fatto divieto, nelle strade e piazze cittadine, nei parchi pubblici, nei cortili delle scuole di ogni ordine e grado, e in tutti gli edifici pubblici od ovunque vi sia l’adunanza di persone, l’accensione e il lancio di fuochi d’artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti, razzi rumorosi (categorie F2 e F3) ad eccezione di materiali pirotecnici che non causano esplosioni o rumori molesti”.

L’inosservanza del divieto contenuto nell’ordinanza prevede per i trasgressori il pagamento di una sanzione amministrativa compresa tra 25 e 500 euro.

Fonte: Ansa Calabria