Calabria, aumentano le fermate e i collegamenti con Itabus

 “La Calabria è un punto fermo della nostra strategia” afferma l’AD Itabus, Francesco Fiore

Dal 20 giugno novità per la Calabria. Più fermate e più servizi Itabus lungo la costa ionica (collegata a città quali Salerno, Napoli, Roma, Firenze, Bologna, Milano e Bergamo) per portare in vacanza i tanti turisti che scelgono le mete calabresi per trascorrere l’estate.

Firmo, Sibari, Corigliano, Rossano, Crosia, Calopezzati, Pietrapaola, Mandatoriccio, Cariati, Torretta Crucoli, Cirò Marina, Torre Melissa, Strongoli Marina, Crotone e Catanzaro servite con 10 corse ogni giorno, con orari di arrivo e partenza studiati per coprire tutte le fasce della giornata.

Itabus

Ci sono, ad esempio, arrivi a Crotone alle 7:55, alle 14:35, alle 18:55 e alle 23:55; partenze alle 05:50, alle 10:10, alle 15:30 ed alle 21:10.
Ci sono poi 2 viaggi ogni giorno sulla direttrice Bari-Agrigento collegando anche le città calabresi di Sibari, Cosenza, Lamezia Terme e Villa San Giovanni.

Novità estive, dunque, che seguono la recente implementazione del network e delle frequenze in regione: da fine marzo sono stati triplicati i servizi tra Cosenza e le grandi città del centro-nord, introdotti nuovi bus per Catanzaro e servita la costa tirrenica calabrese con fermate a Lamezia Terme, Vibo Valentia, Rosarno, Gioia Tauro, Palmi.

Dichiara Francesco Fiore, Amministratore Delegato Itabus:

“La Calabria resta un punto fermo nella nostra strategia. Crescono costantemente servizi e fermate Itabus, grazie alla forte richiesta di trasporto. Ad oggi colleghiamo la regione con il nord e con altri grandi centri del meridione, continueremo su questa strada per offrire sempre maggiori servizi ai cittadini”.

  • Aumentati i collegamenti per la costa ionica
  • Aggiunte nuove fermate in Calabria per garantire ancora più capillarità lungo la costa
  •  “La Calabria è un punto fermo della nostra strategia” afferma l’AD Itabus, Francesco Fiore