Calabria - Nuova speranza per il 'Centro di solidarietà': saldo delle mensilità arretrate

"Il Centro di Solidarietà otterrà, dal dipartimento regionale di Tutela della Salute, le mensilità arretrate". La nota della Regione Calabria

Il Centro calabrese di Solidarietà potrà continuare a svolgere le sue attività. Grazie alla sinergia fra il dipartimento regionale di Tutela della Salute e l’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro è stato approntato lo strumento attraverso cui la struttura potrà vedersi riconosciuta le spettanze arretrate. L’erogazione straordinaria di cassa sulla premialità 2015 e sul ripiano perdite del 2017 permetterà all’Asp di Catanzaro di adottare, quota parte, i mandati di pagamento in favore dell’istituto.

Il Centro Calabrese di Solidarietà otterrà, grazie a questa misura indicata dal dipartimento regionale di Tutela della Salute, le mensilità arretrate di giugno, luglio e agosto.

Nel prosieguo si andrà verso la progressiva regolarizzazione dei pagamenti (che nella Sanità sono a 60 giorni dalla fatturazione). Il clima collaborativo instaurato fra i soggetti istituzionali coinvolti e il presidente dell’associazione, la dottoressa Isolina Mantelli, che gestisce il Centro, ha favorito il raggiungimento del risultato più importante: quello che i delicati pazienti della struttura possano continuare a ricevere i servizi della stessa.

La vicenda è stata attenzionata dal presidente della Giunta Mario Oliverio che ha dato mandato al direttore generale del dipartimento di Tutela della Salute, Antonio Belcastro, di affrontare la criticità con tempestività e risolutezza. Nonostante le difficoltà, la Sanità calabrese, in tutte le sue diverse articolazioni, quando rema nella stessa direzione dimostra di poter superare gli ostacoli e i problemi.

Seguici su telegramSeguici su telegram