Calcio, Direttivo Salerno: 'Assenti fino a quando l'accesso non sarà consentito a tutti'

"Pieno rispetto delle regole anti Covid19, ma non possiamo rinunciare al nostro essere Ultras"

Meno di una settimana ed il campionato di serie B avrà il suo inizio. La Reggina farà il suo esordio in trasferta contro la Salernitana, un match che tutti avrebbero voluto vivere in situazioni di normalità per rinnovare con entusiasmo e partecipazione un gemellaggio storico e solidissimo tra le due tifoserie.

Ed invece, causa covid, purtroppo ancora non sarà così. Ed allora, al pari di quanto già comunicato dal tifo organizzato della Reggina e con la condivisione della maggior parte delle tifoserie italiane, anche il Direttivo Salerno ha deciso di non partecipare ad alcuna gara della propria squadra, fino a quando il calcio non tornerà alla normalità, anche se si dovesse decidere l'apertura per un massimo di 1000 spettatori anche per la cadetteria:

"Il direttivo SALERNO con l’avvio del campionato 2020/21 ribadisce che, come già deciso da tempo, a prescindere dall’attuale presa di posizione verso società e multiproprietà NON sarà presente in nessuno stadio finché l’ingresso non sarà consentito a tutti. Superando obblighi, divieti e distanziamenti, liberi di poter vivere i gradoni come il nostro stile ci impone. Pieno rispetto delle regole anti Covid19, ma non potremmo in alcun modo rinunciare al nostro modo di vivere, di intendere l’essere Ultras, modificare il nostro stile di vita. A marzo, mentre il virus mieteva migliaia di vittime, abbiamo dichiarato finito il torneo, e non ci saremmo prestati a nessuna farsa mossa solo ed esclusivamente da interessi economici. Allo stesso modo precisiamo che la nostra scelta non è un tentativo di persuasione verso i tifosi, specialmente bambini e/o adolescenti, che visti i tempi già tristi per chi deve innamorarsi di questo sport si vedrebbero forse ingiustamente privati dall’emozione di tifare la maglia granata".