Calciomercato Reggina: aggiornamenti su entrate ed uscite. Mastour ai sauti

Posizioni ferme per alcuni, mentre si sblocca quella di Hachim Mastour

Non si registrano novità ufficiali da diversi giorni. Non era una strategia quella di Taibi, ma l'assoluta verità su un momento di stallo del calciomercato sia per quello che riguarda le operazioni in uscita che in entrata. Anche perchè la Reggina lega le due cose e se non prima si sbloccano alcune situazioni che il Ds chiama "zavorre", non si possono mettere dentro altri ingaggi.

I no di Gasparetto, Rossi e Garufo

I nodi più complicati da sciogliere sono quelli riguardanti tre dei protagonisti della promozione in serie B. Una presa di posizione che va oltre quello che la stessa Reggina immaginava, soprattutto per alcuni. Come già raccontato nei giorni scorsi Marco Rossi ha rifiutato ancora Gubbio, dopo aver aperto uno spiraglio, Garufo non intende andare ancora in prestito, Gasparetto temporeggia prima di decidere se accettare il Legnago. Il ds Taibi ha parlato di zavorre pesanti che, probabilmente, la società si trascinerà dietro ancora per qualche tempo.

Si rescinde con Mastour

Situazione diversa quella di Mastour. La Reggina aveva puntato molto sul suo talento e la sua voglia di rivalsa, i risultati non sono stati quelli che tutti speravano e quindi quel triennale sottoscritto due stagioni addietro, verrà rescisso per volontà delle parti.

Il mercato in entrata ancora in evoluzione

In entrata biosgnerà fare ancora almeno un intervento per reparto. La Reggina ha pubblicamente dichiarato di dover consegnare a mister Aglietti un esterno destro (si tratta per Adjapong), almeno un calciatore in mezzo al campo con Cavion che rappresenta il grande obiettivo e poi l'attacco. Già detto di Asencio che potrebbe arrivare prima della conclusione di questo ritiro ed il sogno Di Carmine. Per quest'ultimo insieme alle difficoltà dell'ingaggio, bisogna confrontarsi anche con una nutrita concorrenza. Aglietti spera di convincerlo.