Catanzaro, il presidente Noto all'attacco: "Nostro tecnico preso a calci. Sulla maglia di Gallo..."

"Quello che è accaduto durante l'intervallo è inaccettabile. La Procura ha visto, spero prenda provvedimenti. Gallo? Suo gesto si commenta da solo", le parole del presidente giallorosso Floriano Noto

Reggina-Catanzaro non finisce mai. Il presidente giallorosso Floriano Noto va all’attacco, attraverso i microfoni della trasmissione radiofonica del canale Db Radio.

“Cosa è accaduto all’intervallo? Sono episodi che danneggiano l’immagine di una squadra di calcio e di una regione. Quello che è accaduto è deplorevole, non si possono aggredire fisicamente e minacciare alcuni componenti dello staff, un nostro tecnico è stato letteralmente preso a calci.

Mi dicono che gli addetti della Procura hanno visto tutti, spero prendano provvedimenti. Non è questo lo sport che io e la mia famiglia vogliamo, quello che è accaduto fa male anche alla città di Reggio Calabria”, le dure accuse del massimo dirigente giallorosso.

Sulla maglietta indossata dal presidente amaranto Gallo a fine partita, Noto chiarisce.

“Non vorrei nemmeno commentare. Abbiamo tanti amici a Reggio, come gruppo imprenditoriale siamo quello con più dipendenti. Proprio da tanti reggini ho ricevuto solidarietà. Si commenta da solo l’episodio, si darebbe soltanto più importanza.

La nota stonata, più che la maglietta di Gallo, è quello che è accaduto all’intervallo. In alcuni campi si prova a prevaricare con la violenza, questo non è quello che lo sport dovrebbe trasmettere”.

Seguici su telegramSeguici su telegram