Chievo, Alfredo Aglietti: 'A volte il calcio è bastardo'

Il rammarico del tecnico gialloblu per la grande occasione sprecata

Sperava in un percorso diverso mister Aglietti con il suo Chievo. Dopo aver raggiunto con un pò di sofferenza i play off, i clivensi sono usciti al primo turno, dopo aver sfiorato l'impresa sul campo del Venezia. Il commento del tecnico gialloblu ai microfoni di trivenetogoal.it:

Calcio bastardo, abbiamo avuto la palla del 3-1

"I ragazzi devono essere orgogliosi, così come lo sono io, la società e i tifosi della voglia e dell’attaccamento che la squadra ha messo in campo. Usciamo sconfitti ed eliminati ma questa sera abbiamo dimostrato quanto tenevamo a fare bene nei playoff. Il calcio è bastardo perché sul 2 a 1 abbiamo avuto la palla per chiuderla e sul contropiede, invece, abbiamo preso gol. Abbiamo fatto benissimo, abbiamo limitato il Venezia. Dispiace uscire così perché abbiamo dimostrato che valiamo il Venezia e che potevamo fare bene nei playoff".

Partita quasi vinta... poi

"Si, loro erano al completo, a noi mancavano 5-6 persone. Io ho visto la crescita dei singoli, del gruppo. La partita la avevamo quasi vinta, anche sul 1 a 0 abbiamo avuto tante palle per raddoppiare. Ripeto nel calcio, anche in una partita bella, di grande spirito, se non concretizzi le palle gol, rischi di tenere in vita l’avversario. Rimane il rammarico, sono dispiaciuto così come c'era grande tristezza nello spogliatoio".