Al Circolo Calarco arriva "Marzo per gli agnelli", il nuovo libro di Mimmo Gangemi

"Marzo per gli agnelli" di Mimmo Gangemi è un noir in cui a far da padroni sono il senso di appartenenza ed i legami familiari

Il Circolo culturale G. Calarco – Coop. V. Veneto presenta “Marzo per gli agnelli” di Mimmo Gangemi, Piemme edizioni.

Marzo per gli agnelli “ è un noir la cui trama si sviluppa intorno alla vendita di alcuni appezzamenti di terreno che, apparentemente, non hanno valore ma che diventano oggetto di grande interesse da parte di affaristi senza scrupoli che si trovano a contrattare, tramite un prestanome,  con proprietari divisi dalla tentazione di lucrare e un forte senso di appartenenza ad una pezzo di terra tramandata da padre in figlio e quindi  simbolo di legami familiari.

QUANDO

Domenica 17  marzo 2019 alle ore 18.30 presso la sede di Via Amerigo Vespucci n10/g. Presenta il libro la giornalista Anna Foti, letture a cura di  Cinzia Messina, filmati realizzati da Maurizio Mallamaci.

Nel romanzo  la speculazione edilizia e  gli ingenti capitali che ruotano intorno al malaffare costituiscono il focus del romanzo e sono strettamente legati  ad un contesto  di silente connivenza che spesso  finge di non conoscere o  ignora ciò che,  invece,  è fortemente radicato nel  tessuto sociale e mette in scacco la libertà e la possibilità di progredire e far sviluppare le risorse stesse del territorio.

In “Marzo per gli agnelli”, racconto duro e al contempo con passi di vera poesia, il destino diventa protagonista e mescola le carte facendo cadere, in un’unica rete di eventi ineluttabili e tragici, sia i malavitosi che le persone perbene. Gangemi , infatti, con questa sua opera  mette ognuno di fronte le proprie responsabilità e fa intendere chiaramente che nessuno   è esente da colpe né  può trovare assoluzione per il solo fatto di  non essere  coinvolto direttamente o perché non ha avuto un ritorno economico o personale.

Il titolo, curioso e suggestivo, del romanzo suggerisce quale sia il tempo in cui si svolge la storia ossia un tempo di attesa, un tempo  giusto per agire, un tempo reso necessario per il compimento degli eventi e del destino di ognuno dei personaggi del romanzo.

MIMMO GANGEMI

Mimmo Gangemi è nato a Santa Cristina d’Aspromonte e vive a Palmi, è un ingegnere, scrittore e giornalista. Ha esordito nel 1995 con il libro “Un anno in Aspromonte” pubblicato da  Rubbettino  e successivamente rieditato nel 2014 dalla stessa casa editrice con il titolo “Il prezzo della carne”; nel 2002 ha pubblicato “Il passo del cordaio”; per Pellegrino editore pubblica nel 2004 “25 nero”; nel 2009  Einaudi ha pubblicato “Il giudice meschino”- da cui è stata tratta la fiction  interpretata da Luca Zingaretti- e, sempre per Einaudi, nel 2011”La signora di Ellis Island”, nel 2013  Garzanti ha pubblicato “Il patto del Giudice” e nel 2015 “La verità del giudice meschino”.

Nel 2017, insieme a Pino Aprile, Raffaele Nigro e Maurizio De Giovanni, per Piemme edizioni ha pubblicato “Attenti al sud”. Gangemi è inoltre autore della sceneggiatura teatrale “37 secondi” sul terremoto di Reggio e Messina del 1908; è giornalista, come detto, e collabora con diversi quotidiani e riviste, è titolare della rubrica “Il racconto” su Calabria on web rivista on line del Consiglio regionale della Calabria.

RICONOSCIMENTI

Le opere di Gangemi hanno ricevuto numerosi e prestigiosi riconoscimenti e premi letterari tra i quali Premio Rhegium  Jiulii  nel 1996 per “Un anno in Aspromonte” e nel  2015 per Un acre odore di aglio;  Premio selezione bancarella per  il giudice meschino nel 2010, Premio Leonida Repaci  nel 2011 e nel 2012 Premio Lettori di Lucca, premio Saverio Montalto, Premio Tropea  per la signora di Ellis Island, Premio Carical per la Cultura mediterranea nel 2015 per Il prezzo della carne.

Seguici su telegramSeguici su telegram