Come si preparano le nacatole di carnevale: la ricetta

La ricetta è molto simile a quella della pignolata

Quella dei “nacatuli” è una ricetta che è stata tramandata di generazione in generazione. Questo particolare dolce viene tutt'oggi preparato a casa o pasticcerie locali in occasione di Carnevale.

La ricetta è molto simile a quella della pignolata tipica di Reggio Calabria e Messina, ma la forma tradizionale è intrecciata, proprio come una culla (“naca” in calabrese).

Le materie usate per la preparazione di questa pietanza sono costituite principalmente da prodotti poveri, che insieme danno vita ad un dolce profumato e delicato, che si sposa perfettamente con i classici vini locali da dessert. Ecco la ricetta delle nacatole:

INGREDIENTI

  • 1 kg farina;
  • 8 uova;
  • 50 g burro;
  • 250 g zucchero vanigliato;
  • mezzo bicchiere di anice;
  • olio di oliva.

PREPARAZIONE

Iniziamo sbattendo le uova in una terrina. Disponiamo poi la farina a montagnetta e aggiungiamo le uova sbattute, lo zucchero, l'anice e il burro fatto sciogliere in precedenza.

Lavoriamo bene l'impasto accertandoci che resti morbido e lasciamolo riposare per circa mezz’ora.  Successivamente ricaviamo dei bastoncini lunghi 50 cm circa. Appoggiamoli su un canovaccio ricoperto di farina e facciamoli asciugare.

Prendiamo il mattarello e, tenendo ferma un'estremità della pasta, avvolgiamo intorno un bastoncino creando una forma simile a quella del numero otto.

La nacatola, a questo punto, deve essere schiacciata da entrambi i lati. Sfiliamo il mattarello e friggiamo le nacatole in una padella con abbondante d'olio di oliva. Una volta dorate, lasciamo scolare l'olio in eccesso con l'aiuto di una carta assorbente e cospargiamo il tutto di zucchero a velo.

Le gustosissime nacatole saranno pronte per essere assaporate! Buon Carnevale e alla prossima con un nuovo appuntamento di Sapori di Calabria.