Commissario alla Sanità in Calabria, caos infinito. Speranza: 'Una persona non basta'

E' tornato a parlare sul commissariamento della sanità in Calabria, il ministro Speranza. Ai microfoni di Rai 3 fa il punto sul nuovo decreto

La Calabria rimane ancora in attesa del suo Commissario alla Sanità. L'ultimo nome, dopo il balletto di manager e dirigenti sul tavolo del Ministro della Salute, è stato quello di Francesco Paolo Tromba. Ma Roberto Speranza, intervistato da Fabio Fazio, a Che Tempo Che Fa ha escluso l'opzione Tromba.

"Non credo che sarà questa l'opzione definitiva ma c'è ancora una discussione in corso".

SANITA' IN CALABRIA, LE PAROLE DI SPERANZA

"Due settimane prima che diventasse clamorosa la vicenda dei commissari che speriamo di risolvere il prima possibile, è stato approvato dal Consiglio dei Ministri un decreto apposito dedicato alla sanità calabrese - spiega il ministro Speranza - Un decreto che mette nuove risorse e che dà finalmente più strumenti per spendere le risorse che ci sono e dà più flessibilità di manovra e più potere al commissario che potrà intervenire con maggiore determinazione. Sono convinto che con questo decreto saremo nelle condizioni di aprire una nuova pagina in Calabria. Mi auguro che da qui a breve saremo nelle condizioni di avere una guida nella consapevolezza che una persona non basta. Abbiamo bisogno di una squadra".