Commissario alla Sanità in Calabria: è ancora caos. Spunta un altro nome

E' palermitano, 68 anni e ha mosso i suoi primi passi nella Guardia di finanza, ricoprendo importanti incarichi

Un'attesa infinita. La commedia sul commissario alla Sanità in Calabria e sul valzer di nomi, dopo quelli già noti (Cotticelli, Zuccatelli, Gaudio) ormai passati alla storia come i protagonisti di un film comico, sta per volgere al termine.

COMMISSARIO ALLA SANITA' IN CALABRIA, ALTRO NOME SUL TAVOLO

"Uomo delle istituzioni, dal pugno di ferro ma con forti capacità di mediazione".

Sono queste, le caratteristiche dell'uomo che dovrebbe ricoprire il ruolo di commissario alla sanità in Calabria.

Era spuntato prima il nome dell'ex finanziere Federico D’Andrea, poi quello di Luisa Latella ex prefetto e ora commissario all’Asp di Catanzaro, ma alla fine la nomina a commissario per la sanità della Calabria sembra prendere un'altra direzione. Adesso LaPresse, il nome scelto dal governo è Francesco Paolo Tronca.

Palermitano, 68 anni, ha mosso i suoi primi passi nella Guardia di finanza, poi nel corso della lunga carriera ha svolto, da prefetto, importanti incarichi, non ultimo la gestione commissariale del Comune di Roma, dopo la decadenza del sindaco Ignazio Marino, nel 2015.

Tronca è stato visto a pranzo con il vice ministro della Salute, Pierpaolo Sileri, in un ristorante della zona di Teatro Marcello. La nomina, a quanto si apprende, arriverà nelle prossime ore, ma l’impressione è che manchino davvero pochi dettagli.