Comunali Reggio, Salvini convoca Minicuci. Grande attesa per la fumata bianca

Il leader della Lega vedrà il candidato nella capitale. E venerdì potrebbe essere a Reggio per la presentazione ufficiale

Tanto tuonò che alla fine… non piovve. Il diluvio di critiche che ha accompagnato nelle ultime settimane le grandi manovre del centrodestra per la scelta e l’ufficializzazione del candidato a sindaco, potrebbe cessare proprio nelle prossime ore. Domani, mercoledì 22 luglio, il leader della Lega Matteo Salvini ha infatti convocato a Roma Antonino Minicuci. L’ex direttore generale del Comune di Genova, con un passato da dirigente nella Provincia a guida Peppe Raffa sarebbe ad un passo dall’ufficializzazione. Il confronto con Salvini sarà incentrato soprattutto sulle questioni programmatiche, anche se ai più informati sembra essere una pura formalità. La fumata bianca annunciata – Minicuci potrebbe essere a Reggio già domani sera – accelererà le tappe per un centrodestra che è sembrato in netto ritardo rispetto ad una campagna elettorale che non ha precedenti, vista l’emergenza sanitaria ancora in atto. Addirittura alcuni giurano che si starebbe trovando un alloggio per il prossimo candidato a sindaco della coalizione. Una immagine, questa, che richiama alla mente aneddoti calcistici che hanno appassionato gli sportivi in riva allo Stretto. Ma questa volta – giurano fonti accreditate - le cose dovrebbero andare per il verso giusto.

Il leader del carroccio, d’altra parte, non più tardi di venerdì è atteso dai suoi in riva allo Stretto per ufficializzare il tutto e dare una decisa sterzata alla sonnolenta coalizione di centrodestra.

Coalizione che adesso deve anche fare i conti con se stessa, visto che la probabilissima ufficializzazione del candidato da parte di Salvini, sancirebbe in qualche modo anche la sconfitta politica del tandem Cannizzaro-Minasi che in queste settimane hanno insistentemente cercato, e anche proposto, alternative più gradite. Da parte sua Salvini che ha accentrato qualsiasi tipo di decisione è intenzionato a metterci la faccia in questa campagna elettorale e i suoi fedelissimi giurano che sarà molto spesso in città per lanciare la figura di Minicuci.

Parte quindi adesso anche il toto liste. Il centrodestra secondo le prime indicazioni potrebbe mettere a disposizione del candidato qualcosa come 7/8 liste. Che inevitabilmente potrebbe sparigliare le carte anche negli altri schieramenti. O meglio tra quella parte di aspiranti candidati civici che si rifanno al mondo del centrodestra. I soliti ben informati non escludono d’altra parte un riavvicinamento di Eduardo Lamberti Castronuovo che non ha mai nascosto di essere legato politicamente a quel mondo lì. E mentre non si rinuncia a lavorare anche su Angela Marcianò, la cui posizione non è ancora chiarissima, le prime indiscrezione vorrebbero Antonio Eroi, ex presidente della Provincia (sempre targata Raffa), impegnato nella compilazione della lista del candidato sindaco. Rimarrebbe invece invariata la posizione di un altro civico di destra, il professore Giuseppe Bombino, che potrebbe non trovare spazio nelle caselle del centrodestra.

Non resta quindi che aspettare l’esito del faccia a faccia tra Salvini e Minicuci, per dare avvio ad una campagna elettorale che si annuncia scoppiettante.