Due incarichi diretti al cognato di Falcomatà. Le motivazioni del Consiglio Regionale

A pochi giorni dal voto ecco l'affidamento diretto che prevede una retribuzione da oltre 30 mila euro

Il dirigente del settore tecnico del Consiglio Regionale della Calabria Maurizio Priolo ha affidato un incarico diretto inerente alla redazione dei progetti di fattibilità tecnica per la riqualificazione di Palazzo Campanella al giovane ingegnere Antonio Monorchio.

A darne notizia, è la Gazzetta del Sud, che questa mattina pone l'accento su una situazione del tutto legittima ma assai delicata, visto il momento elettorale e dato soprattutto la vicinanza e la parentela di Monorchio con il sindaco Falcomatà.

L'ing. Monorchio è infatti il cognato del primo cittadino.

L'affidamento dei due progetti (lavoro da 32 mila euro) poteva anche slittare al dopo elezioni, visto anche il carattere non urgente del provvedimento.

Il giornalista Piero Gaeta ha provato a chiedere spiegazioni circa l'opportunità dell'incarico. Di seguito la risposta:

"Esiste una short list nella quale a rotazione, nel rispetto della legge, l'amministrazione è chiamata ad attingere per la scelta dei professionisti di volta in volta incaricati. Si tratta di una procedura valutativa che, dopo aver verificato l'assenza di professionalità interne per quella tipologia d'incarico si rivolge all'esterno, assicurando attraverso la rotazione nella short list, trasparenza e selezione curriculare verificata dalle strutture tecniche dell'ente e in particolare dal responsabile del procedimento. La trasparenza e la pubblicità degli incarichi conferiti sono assicurate attraverso la sezione 'Amministrazione trasparente' del portale istituzionale del Consiglio regionale".