Coronavirus, la testimonianza di un reggino a Milano: 'Ho scelto di non avere paura'

Il farmacista reggino invita gli italiani a credere nelle istituzioni e seguire le linee guida che ci sono state fornite: "È l'unico modo per superare tutto"

Il dott. Vincenzo Cormaci è originario di Reggio Calabria, lavora ormai da tanti anni a Milano, all'interno di una delle farmacie più 'trafficate' della città.

Ci ha colpito il suo post sulla sua pagina Facebook. Un messaggio che crea ottimismo e testimonia la voglia dei tanti lavoratori del settore che ogni giorno dimostrano tutta la loro professionalità nell'affrontare l'emergenza del Coronavirus.

Di seguito il post integrale:

Ho paura? Vivo a Milano, faccio il farmacista, questa è stata sicuramente la settimana più intensa e stressante da quando faccio questo lavoro. È stato veramente difficile mantenere calma e nervi saldi. Ho scelto di non avere paura, ho deciso di non fermarmi, cercando di stare attento per tutelare la mia salute ma sopratutto la vostra, come sempre. Ho imparato a sdrammatizzare cercando di affievolire le ansie delle tantissime persone che in questi giorni hanno vissuto momenti confusi e concitati. Ho cercato di farlo tramite l’utilizzo di tre semplici concetti base del mio mestiere: la conoscenza, la professionalità e la comprensione. Ho affrontato questi giorni senza bavaglio, senza mascherina; ho pensato che il sorriso poteva essere l’arma più efficace contro tutto questo panico. Ho cercato di sensibilizzare le persone spiegando semplicemente cosa dice la scienza. Non pretendo di esserci riuscito e non so cosa accadrà domani, ma in tutta questa confusione ho solo una certezza, non si muore di solo coronavirus. A che serve fermarsi? D’altronde fino a 8 giorni fa nessuno pensava a tutto questo! Pensando razionalmente potremmo essere tutti positivi, no? Credo che l’unico modo per superare tutto questo sia seguire le linee guida che ci sono state fornite, credere nelle istituzioni che stanno affrontando questo problema ed avere più senso civico! Principi non proprio frequenti nella cultura italiana lo so, ma sono gli unici che ci potranno portare in fretta a poter affermare “anche questa volta abbiamo superato il nemico.” Più senso civico, lavate le mani, evitate contatti ravvicinati con tutti e usate la mascherina solo se avete sintomi. #lavitanonsiferma#italianonsiferma#milanononsiferma#iononmifermo.

Il farmacista reggino conclude con un messaggio orgoglio nei confronti della propria Paese.

"Amo il mio paese e il mio prossimo per questo motivo sono fiero di servirvi in questa delicata fase storica che stiamo attraversando #farmacistiitaliani#milano#inprimalinea#amailtuoprossimo".

I sentimenti espressi dal farmacista sono condivisi anche da numerosi colleghi che, nonostante le criticità del momento, continuano a svolgere il proprio lavoro con sacrificio, perseveranza, abnegazione e tanta professionalità.